Prostatite cronica

Buongiorno sono un ragazzo di 23 anni, sono stato sottoposto a Intervento urologico (pieloplastica) complicato da ematoma (ho avuto un ematoma anche peno scrotale che si è riassorbito).
Ho tenuto lo stent per diversi mesi ma dopo averlo rimosso (7 mesi fa) mi sono trascinato dei fastidi irritativi, in particolare saltuario bruciore minzionale, dolore anale durante defecazione, sgocciolamento, a volte sensazione di incompleto svuotamento vescicale e fastidio sovrapubico, il tutto accompagnato da prurito pelvico (pene, ano, vescica, testicoli) che si accentua quando cammino, come se ci fosse una componente "meccanica".
Mi è stata riscontrata prostata un po' dolente e si pensava a contaminazione batterica per manovre urologiche (cateterismo ecc) / congestione dovuta a ematoma.
Ho eseguito meares che risulta positivo a corynebacterium simulans con rispettivo antobiogramma, la cui carica aumenta dopo massaggio prostatico (>100000) e qualche stafilocco coagulasi negativa che penso sia solo da contaminazione.
Prendo Bassado da qualche gg, sotto consiglio medico, e dovrò fare una cura per 20 gg: in quanto si vedono i risultati di solito?
Grazie mille per la disponibilità
[#1]
Dr. Paolo Piana Urologo 38.8k 1.7k 19
I risultati della spermiocoltura e del test di Stamey-Meares vanno sempre interpretati con elasticità e buon senso, poiché le possibilità di falsi positivi sono piuttosto elevate, in particolare quando vengono isolati batteri atipici, come i cocchi gram positivi, ma anche questo corynebacterium, che certamente non è fra i più comuni patogeni delle infezioni urogenitali. D'ogni modo, come si suol dire, un bel ciclo di antibiotico non si nega a nessuno (!) pertanto si valuteranno gli effetti della doxiciclina. Se e quando questi si manifesteranno e difficile prevederlo, d'ogni modo non ci attenderemmo molto prima della fine della cura. A lei ovviamente auguriamo invece una pronta risoluzione dei disturbi.

Paolo Piana
Medico Chirurgo - Specialista in Urologia
Trattamento integrato della Calcolosi Urinaria
www.paolopianaurologo.it

[#2]
Utente
Utente
La ringrazio molto dottore.
Se invece l'antibiotico risultasse inefficace, e diciamo la causa congestizia fosse più di natura "nervosa" , per manovre e ematoma , cosa potrebbe aiutarmi invece?
Grazie mille.
[#3]
Dr. Paolo Piana Urologo 38.8k 1.7k 19
Una cosa alla volta, non precorriamo i tempi.

Paolo Piana
Medico Chirurgo - Specialista in Urologia
Trattamento integrato della Calcolosi Urinaria
www.paolopianaurologo.it

[#4]
Utente
Utente
Gentile dottore noto inoltre sempre da quando cominciato ad avvertire questi disturbi a volte, non sempre, mi sembra do avere un mitto ipovalido (soprattutto se tengo la vescica piena e non vado subito in bagno) , non so se è dipendente dall'attuale prostatite o se invece dipenda dal fatto che le manovre endoscopiche mi abbiano creato una stenosi uretro / vescicale, sono molto preoccupato da ciò.
La ringrazio molto come sempre.
[#5]
Dr. Paolo Piana Urologo 38.8k 1.7k 19
Più la vescica è piena e meno efficiente è la sua contrazione, si tratta di un fenomeno normale. Questo può essere accentuato dalla presenza di una prostata infiammata o congesta.

Paolo Piana
Medico Chirurgo - Specialista in Urologia
Trattamento integrato della Calcolosi Urinaria
www.paolopianaurologo.it

[#6]
Utente
Utente
Grazie mille dottore, purtroppo questa condizione mi sta causando un po' di ansie
Buona serata
Prostatite

La prostatite è un'infiammazione della prostata molto diffusa. Si manifesta con bruciore alla minzione, può essere acuta o cronica: tipologie, cause e cura.

Leggi tutto