Prostatiti

Buongirono.
Io vorrei avere delle delucidazioni in merito alle prostatiti.
Ha 26 anni dopo aver fatto 4-5 controlli della prostata con esame prostatico ogni volta risultava che la prostata era un pochino infiammata e ogni tanto c'erano dei batteri diversi di tipologia (80000 circa).
Dopo l'ultimo esame il mio dottore mi disse di lasciar perdere perche sono in un eta giovane dove la prostata vuoi per il sesso,lo stress,la masturbazione è normale che sia un pochino infiammata (ho fatto anche l eco transrettale ed e risultata pochino infiammata) e che é per tanti cosi.
In più mi é stato dato questo consiglio perche ogni volta che mi davano bombe di antibiotico per uccidere un batterio ne usciva un altro sempre su quei numeri li e mi é stato spiegato sempre dal dottore che é normale perche é come se ci fosse una torta dove uccidendo un pretendente si moltiplicano gli altri e cosi i batteri che in quantita giusta devono essere presenti nel nostro corpo.
Sono sbagliate queste info?
Io non ho dolori pelvici,ne durante la minzione,niente di quello che ho letto,forse l'eiaculazione,visto che per arrivare servono circa 5 minuti (1 rapporto a settimana e non sempre) puo rientrare nella normalita?
Comunque l'urologo mi disse ogni tanto di fare Topster supposte.
Io non bevo non fumo ecc,se io avessi una sorta di prostatite batterica cronica rischio di non poter mai aver figli anche se mi curassi?
Perche ho letto che non c'é modo di curarsi,perche è come un cane che si morde la coda,uccidi un batterio ne nasce un altro.
La mia eiaculazione é nornale,con un paio di getti a volte 3 e il liquido a vista é di colore bianco,e NON trasparente tipo acqua,ma come se al suo interno fosse corposo.
Sapete dirmi se (poi so che dovrei comunque fare un esame spermatico) nel caso fosse prostatite batterica (anche se non ho sintomi) se potro sperare di avere figli o devo gia abbandonare l'idea?
Grazie
[#1]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,9k 1,2k 1k
Gentile lettore,

ribadendo tutti i numerosi consigli già ricevuti nei precedenti post da lei inviati, il consiglio fondamentale da parte nostra poi rimane sempre quello di seguire attentamente tutte le indicazioni del suo medico di fiducia che ci sembra persona ben informata, preparata e che ben la conosce e poi sempre, in particolari situazioni acute, bisogna fare riferimento pure al suo andrologo od urologo.

Sul problema fertilità, appena possibile, sarà bene, come già pure lei lo ha intuito, fare un esame del liquido seminale.

Cordiali saluti.

Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

[#2]
dopo
Attivo dal 2010 al 2012
Ex utente
Ma io vorrei capire,qualora avessi i batteri e la cosa fosse cronica,c'è modo di risolverlo o uno non può avere figli?
[#3]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,9k 1,2k 1k
Se ci sono batteri patogeni, viene di solito dataa con l'aiuto di un antibiogramma, l'indicazione per una terapia mirata.

Risolta la patologia non ci sono poi altri problemi ad avere figli, se è solo quello il problema!!
[#4]
dopo
Attivo dal 2010 al 2012
Ex utente
Perche quale altro problema puo esserci?
[#5]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,9k 1,2k 1k
Questo è il suo urologo, che conosce per bene tutta la sua completa storia clinica, la persona che ce lo deve dire.

Ancora un cordiale saluto.

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test