Utente 233XXX
Buonasera
Allora, il mio problema è quello dei testicoli retrattili: tavolta mi succede che un testicolo oppure l'altro, risalgano su verso l'inguine. Non mi crea dolore, però da un certo fastidio, e io con la mano lo faccio scendere verso il basso senza difficoltà!
Questo mi capita quando tanto faccio sport, tipo quando corro; più spesso mi accade quando fa freddo, ma mi è già successo anche quest'estate!
Mi è successo alcune volte in cui ho nuotato al mare e due volte mentre camminavo in alta montagna...ma sennò, nella vita quotidiana non mi capita mai.
il mio dubbio è: devo operarmi o no? Sono stato un mese fa da un urologo dell'ospedale e, a sua detta, non ce n'era alcun bisogno!!! A me spiace, perchè se faccio dell'attività fisica può essere limitante!
Che danni potrei avere se non faccio manualmente ridiscendere il testicolo? Può attorcigliarsi? O problemi di infertilità?
Grazie dell'attenzione

[#1] dopo  
Dr. Roberto Mallus

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
APRILIA (LT)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Gent.le utente,
sui "testicoli in ascensore" non c'è identità di vedute riguardo alla terapia.
Io la penso come l'urologo che l'ha visitata infatti i testicoli salgono solo contrazioni del cremastere( strato muscolare dello scroto) solo o per il freddo appunto o stimoli erotici.Normalmente sono in sede e quindi non ritengo ci sia sofferenza testicolare.
Cmq tenga conto che la mia è una visita virtuale confermata solo dall'urologo che l'ha potuta visitare.
Cordialmente
Dott.Roberto Mallus

[#2] dopo  
Prof. Federico Guercini

32% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2012
Gentile Utente,
la fisiologica posizione dei testicoli nel sacco scrotale è fra l'altro condizione indispensabile ad una normale maturazione degli spermatozoi. Inoltre il risalire di testicoli in addome potrebbe provocare una torsione del funicolo con comparsa di dolori od altro. Fondamentalmente sarei d'accordo a non operare, ma assolutamente consiglierei uno spermiogramma per verificare se non ci siano alterazioni della fertilità.In tal caso l'intervento troverebbe indicazione.
Prof. Federico  Guercini
www.prostatitis2000.org

[#3] dopo  
Utente 233XXX

Il fatto è che la cosa, anche se forse non grave, mi impedisce totalmente di fare sport, con o senza alterazioni di fertilità!

[#4] dopo  
Dr. Roberto Mallus

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
APRILIA (LT)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Se le cose stanno come Lei dice allora un intervento di orchidopessi può essere la soluzione.
Dott.Roberto Mallus

[#5] dopo  
Prof. Federico Guercini

32% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2012
Consideri che l'intervento, della durata di 15-20 minuti, in anestesia locale ed in day surgery, si basa semplicemente nel fissare ciascun testicolo con due punti di filo non riassorbibile, in una "tasca" che si prepara all'interno della parete dello scroto.
Prof. Federico  Guercini
www.prostatitis2000.org

[#6] dopo  
Dr. Diego Pozza

40% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2000
caro lettore,

in genere non ritengo che i testicoli retrattili, in un adulto, debbano essere "operati". Se, però, il problema crea disagio o fastici o, comunque, limitazioni nell'attività fisica e/o sessuale, allora un intervento chirurgico di orchidopessi può essere affrontato
Cari saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org