Utente 302XXX
gentile dottore,da ecografie addome completo,una volta leggo prostata di dimensione 45 cc e un'altra volta 4,5 x 2 cm dimensioni,quindi due unità differenti di misurazione,vorrei sapere se 45 cc è superiore inferiore od eguale a 4,5 x 2 cm? grazie molto cordialmente.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile Signore,
il volume della ghiandola prostatica può essere approssimato in corso di ecografia, gli apparecchi più recenti sono in grado di calcolare direttamente il volume. Lo stesso risultato può essere ottenuto "a tavolino" approssimando la forma della prostatata a quella di "un uovo" ed applicando la formula matematica:

altezza x larghezza x spessore x 1,83

Pertanto è necessario conoscere tre misure, le due che ci fornisce si riferiscono probabilmente alla altezza e larghezza. Manca quindi lo spessore. Dogni modo, approssimando questo valore tra i 2 ed i 3 cm (cosa molto verosimile) si giunge appunto ad un risultato attorno ai 45 cc.

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 302XXX

la ringrazio,pertanto dedurrei che i due valori (cm e cc) si eguaglierebbero,in riepilogo nell'eco addome completo del 2007 si descrive una prostata ad ecostruttura omogenea di NORMALI dimesioni ovvero 4,5 x 2 cm, mentre quello che mi lascia un po basito è che nell'ultima ecografia (2013) si descrive una prostata di circa 45 cc di volume diffusamente ipoecogeno come da flogosi,quindi dal 2007 ad oggi 2013 non si accerterebbe un significativo aumento dimensionale,seppur modesto se c'è stato,ma si descrive soltanto un'infiammazione importante,mi sembra un po strano perche l'infiammazione avrebbe dovuto portare ad un aumento considerevole immagino del volume prostatico? Infine dopo uretrociscoscopia,il mio urologo paragona la mia prostata a quella di un 70enne? in che senso,se il volume non è poi cosi aumentato? poco diplomatico o eccessivo nel paragone? Dopo la cura è possibile che la prostata "ringiovanisca" e mi riporti alla mia reale età anagrafica ? grazie mille

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gentile Signore,
non è assolutamente detto che l'infiammazione debba portare ad un significativo aumento del volume della prostata. Sovente le prostatiti più tenaci risiedono in prostate di volume normale. D'ogni modo, la descrizione delle caratteristiche della prostata (ecografica, endoscopica, palpatoria) risponde a criteri molto soggettivi. Anche la stessa misurazione, ad esempio, può dipendere abbastanza dall'ecografo utilizzato. Infine, i "modi di dire" dei nostri Colleghi vanno sempre prese con molto senso critico ...
In linea di massima, non sono mai le dimensioni della prostata ad imporre attenzione, ma piuttosto il tipo e l'entità dei disturbi che il paziente può accusare. Questi possono essere curati in vari modi, ottenendo spesso buoni od ottimi risultati, indipendentemente dal millimetro in più od in meno delle misurazioni.

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 302XXX

grazie mille è stato molto preciso