Utente
Ho 63 anni e sono stato operato di TURP lunedi ultimo scorso e dimesso il giovedi, con bruciori all'uretra, che certamente erano dovuti alla caterizzazione. Oggi invece mi sono accorto che quando urino, oltre ad avere questi bruciori il primo getto esce con sangue fresco, e subito dopo urina leggermente rosata, come dovrebbe essere il decorso operatorio. Ora credo che molto probabilmente si eè formata una piccola ferita nell' uretra dovuta al catetere. Sono abbastanza preoccupato cosa mi si consiglia di fare? Attualmente sono sotto terapia antibiotica.

[#1]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile Signore,
in questa fase precoce successiva ad un intervento endoscopico, la presenza di sangue nelle urine è pressoché costante, anche se di entità variabile da caso a caso ed a seconda dei momento della giornata. Il sanguinamento avviene ovviamente dalla zona operata di fresco, non è il caso di sospettare un a lesione dell'uretra, che si manifesterebbe senz'altro anche con altri evidenti disturbi. Come certamente le avranno spiegato, questa situazione andrà maturando lentamente, con tendenza alla progrssiva stabilizzazzione nell'arco di un mese e mezzo circa.

Saluti


Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la tempestiva risposta, mi ha tranquillizzato.

[#3] dopo  
Utente
A quindici giorni dall'intervento continuo ad avere una perdita di alcune gocce di sangue all'inizio della minzione con bruciore nella parte iniziale del pene, il getto rimane un po frenato. Sto assumendo antibiotici e leggeri antinffiamatori,e i miglioramenti sono piccolissimi.cosa ne pensate?

[#4]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
Gentile Signore,
come certamente i nostri Colleghi le avranno spiegato, la stabilizzazione definitiva dopo questo tipo di interventi si attende mediamente intorno ai 40 giorni dall'intervento. Nel frattempo la ripresa e graduale e molto variabile da caso a caso. La sua attuale situazione rientra quindi nella nrma. Gli antibiotici non posso darle alcun vantaggio, gli anti infiammatori qualcosa in più, ma l'effetto più significativo è esercitato dal tempo che passa.

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#5] dopo  
Utente
Gentile Dott. Piana a cinquanta giorni dall' intervento continuo ad avere necessita di urinare frequentemente anche ogni mezzora, soprattutto alla mattina con un leggero dolore al termine della minzione e un leggero dolore di qualche attimo appena mi metto seduto nella parte sotto al pene. Attualmente sto assumendo leggeri antinfiammatori. Secondo lei rientra nella norma ? E cosa potrei fare per migliorare questa situazione ? La ringrazio anticipatamente se volesse darmi una risposta.

[#6]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
Gentile Signore,
generalmente questo lasso di tempo, un paio di mesi, è quello mediamente necessario per veder le cose stabilizzarsi. Ci pare che nel suo caso vi sia la persistenza di qualche disturbo irritativo, La terapia è idonea, d'altronde lei non ci segnala che i nostri Colleghi che l'hanno operata abbiano manifestato qualche dubbio sugli esiti dell'intervento. Riteniamo che sia saggio attendere ancora un mesetto prima di prestare eventuale attenzione.

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing