Utente 345XXX
Salve dottori di Medicitalia.
Ho deciso di scrivere qui in quanto preoccucato su delle analisi ritirate un 3 settimane fa'.
Premetto che sono un ragazzo di 24 anni, sono sempre stato sano,facccio molto sport,curo l'alimentazione, ho una corretta igene fisica,non ho mai avuto problemi gravi di salute,non ho la febbre da anni,non ho mai contratto virus,semmai un lieve raffreddore..
Dalle analisi dello spermiocoltura è risultato presente nello sperma lo stafilococco Aureus,prendendo in considerazione i farmaci elencati nella lista delle analisi,il mio medico di famiglia mi prescrive come primo farmaco *Amoxicllina+ac.clavuronico e successivamente Miokamicina,oggi sono andato a prenotare nuovamente le analisi dello sperma perchè ancora preoccucato.
Dall'ultima eiaculazione che rialase ad oggi,ho notato che, come prima dei controlli e dei farmaci,anche adesso nonostante la cura, riscontro i soliti filamenti gelatinosi che fuoriescono assieme a liquido seminale,alcune volte sono tendendi al giallo ,altre volte totalmente bianchi..
Mi chiedo se il fatto che riscontri questi filamenti Gelatinosi con la fuoriuscita dello sperma sia una cosa normale,o no??
Come posso se non debellare,rendere inattivo questo stafilococco Aureus?
Quale farmaco è veramente efficace?
Molto tempo fa' mi è capitato di accusare dolori tra l'ano ed i testicoli,come delle fitte impovvise che duravano alcuni secondi,tipo crampo...che adesso non ho più da molti mesi..
Ho sofferto di candida,curata con canesten..
Vi prego vermamente di rispondere,oltre alle domande poste sopra anche a queste..sono dubbi che mi affliggono a cui ho bisogno di risposta..in quanto cerco su internet e trovo tante cose,ma non so se siano quelle giuste e mi preoccupo moltissimo..
1- Il fatto che consumo uova e carne di pollo (ovviamente cotti) può causare alterazioni dello stafilococco aureus nello sperma?
2-Il fatto che consumo uova e carne bianca che contengono molte proteine,può essere la causa dei grumi che si formano nello sperma??
3-Il fatto che lo stafilococco Aureus si sia risvegliato o attivato nella zona sessuale, può essere causato da un rapporto sessuale?? O una volta contagiato lo stafilococco si può manifestare dove capita,pelle,ossa o tessuti molli, e quindi a caso?
4- (IMPORTANTISSIMA)Il fatto che io abbia presente lo stafilococco Aureus nel mio liquido seminale,può causare un contagio nel caso di un mio rapporto sessuale verso la persona che entra in contatto con me ed il mio sperma per via Orale ???Quindi la persona che viene in contatto col mio sperma grazie ad un rapporto sessuale,viene immediatamente infettata dalo stafilococco aureus??
Vi pprego di chierire i miei dubbi,soprattutto alla quarta domanda,è importantissima..

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile Giovanotto,
lo stafilococco aureo non è un batterio generalmente legato ad infezioni delle vie urinarie e genitali. È invece presente talora in gran quantità sulla pelle dell'area genitale dove vive senza causare alcun problema. La sua presenza si può estendere per un breve tratto anche all'interno dell'ultimo tratto dell'uretra, quindi può contaminare al passaggio il liquido seminale. Per questo motivo bisogna fare molta attenzione nell'interpretare i risultati della spermiocoltura o del tampone uretrale per non consigliare terapie antibiotiche inutili. Molto spesso i problemi per i quali si prescrivono questi esami non hanno una causa infettiva, gli antibiotici non possono dare alcun vantaggio, anzi, possono squilibrare la flora batterica intestinale e favorire la comparsa di funghi come la candida. In ogni caso, pur immaginando la presenza di una "vera" infezione seminale, è ben poco verosimile che la carica batterica sia efficacemente trasmessa dal liquido seminale tra i partner sessuali.

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 345XXX

Dottore,la ringrazio vivamente per la tempestiva risposta,molto gentile e disponibile.
Avendo letto il contenuto della sua replica alla mia domanda,mi viene da chiederle come posso curare questo problema?
Vorrei eliminare questi piccoli grumi gelatinosi che fuoriescono cn l'eiaculazione..quindi penso dovrei curare lo stafilococco aureus con qualche farmaco..ma quale..?
Non posso trascuralo,anche perchè credo che mi porterbbe danni molto seri.

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gentile Giovanotto,
come abbiamo cercato di spiegarle, non è affatto certo che codesti filamenti gelatinosi nel liquido seminale siano causati da un'infezione da Stafilococco Aureo. Per valutare seriamente la situazione riterremmo opportuno ripetere l'esame delle urine, l'urocoltura, l'esame del liquido seminale e la spermiocoltura una volta ogni 10 giorni per tre volte. Solo su questi risultati, valutando attentamente oltre la positività colturale, anche la presenza di globuli bianchi, sarà possibile giudicare in modo più appropriato.

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing