Utente 347XXX
Gentili dottori,
Vi scrivo per un dubbio che mi affligge molto.

Può un'intensa seduta in palestra, ed in particolare può un intenso allenamento dei muscoli delle gambe (tramite esercizi noti come squat, pressa, leg extension. stacchi da terra) esser la causa di una prostatite? Vi chiedo questo perchè dopo aver svolto ,come di consueto faccio una volta a settimana, un allenamento (forse piu intenso del solito)per i muscoli delle gambe, ho degli strani sintomi. In particolare sento , diciamo ogni tanto, delle piccole vibrazioni tra testicoli ed ano. Inoltre ho una strana sensazione , come di fastidio, azzarderei di corpo estraneo, "all'interno" dell'ano stesso. Inoltre le eiaculazioni che ho avuto dopo l'allenamento sono state diverse dal solito,nel senso che ho avuto una sensazione quasi di "dolore" piuttosto che di "godimento"(passatemi i termini). Non credo di avere tuttavia altri sintomi tipici della prostatite come ad esempio il bisogno di andare spesso al bagno, o la sensazione di bruciore del pene o di infiammazione delle vie urinarie.

Cosa ne pensate? Riassumento le domande sono:
1) ci potrebbe essere dunque un nesso tra sollevamento pesi per i muscoli delle gambe e infiammazione della prostata?

2) I miei sintomi sono riconducibili ad una prostatite?


Vi ringrazio molto per le risposte.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile Giovanotto,
quanto può influire non è tanto lo sforzo muscolare in sé, ma piuttosto la congestione (ristagno di sangue) nel basso addome causato dal pesante sforzo anaerobico, che comporta un notevole aumento della pressione all'interno dell'addome. Più o meno tutti i sollevatori di pesi soffrono di emorroidi, ma queste non sono che una delle possibili manifestazioni, una congestione può avvenire anche a livello della prostata e questo pensiamo le stia capitando. Innanzi tutto le diremmo di non insistere per qualche tempo con allenanmenti così intensi. Non essendoci componenete infettiva, non vi è necesità di terapia antibiotica, piuttosto un po' di anti-infiammatori e molta acqua. Ne parli con il suo medico curante.

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 347XXX

Gentile dottore,
La ringrazio per la risposta e le volevo chiedere secondo lei in quanto tempo, bevendo molta acqua e prendendo qualche anti infiammatorio(per quanto tempo?) dovrebbe risolversi la cosa.
Un ultima cosa..ci potrebbe essere una correlazione tra congestione prostata e erezione non al 100%?

La ringrazio di nuovo.

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
1) ad essere ottimisti un paio di settimane
2) certamente sì
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 347XXX

Andiamo bene!
Grazie dottore,prendiamola con filosofia...

[#5] dopo  
Utente 347XXX

L'importante è che la cosa sia risolvibile...