Utente 296XXX
vorrei chiedere un consulto si questo esito di risonanza multiparametrica

"la zona di transizione ha intensità di segnale disomogenea, come per iperplasia fibro-adenomiomatosa. Piccola cisti dell’utricolo prostatico. Volume stimato della prostata di 23 cc.
In relazione al quesito clinico, nei settori anteriori della zona di transizione di entrambi i lobi è riconoscibile nelle immagini T2 dipendenti area focale ipointensa a margini mal definiti, a livello della base e della parte intermedia, del maggior diametro di 15 mm (PiRADS v2=4). In sua corrispondenza sono presenti marcata restrizione della diffusione ed elevata impregnazione di contrasto nella sequenza dinamica.
Altra area di discreta restrizione della diffusione, del maggior diametro di 17 mm ed a margini mal definiti, è riconoscibile nel settore postero laterale dell’apice del lobo destro (PiRADS v2=3)
Nella sequenza spettroscopica non sono riconoscibili elevati picchi di colina nel voxels del tessuto prostatico.
Non sono riconoscibili segni di estensione extra prostatica delle lesioni descritte.
Vescica scarsamente distesa, con pareti marcatamente ispessite, come per vescica da sforzo.
Non immagini di linfoadenomegalie pelviche.
Conclusioni: lesione nella parte anteriore della zona di transizione di entrambi i lobi con sospetto elevato per carcinoma (categoria 4 nel sistema di punteggio PiRADS v2), senza segni di estensione extra-prostatica."

Praticamente non è tumore pare che sia lesione pre cancerosa forse ancora pin; mio padre ha 78 anni; alcuni urologi consultati dopo la biopsia precedente a questa RM ci dicevano che nn ne valeva la pena operare visto l'età e la diagnosi precoce ma non di tumore, e consigliavano eventualmente una risonanza.
occorre fare un'altra biopsia, ormonoterapia o vigilanza attiva. ho timore che la vigilanza attiva possa essere poco prudente, anche perchè due anni fà a seguito di due biopsie una con asap e l'alta con pin alto grado sempre con microfocolai nell'apice destro ci hanno detto di fare monitoraggio del psa ed eventualmente una risonanza. ora la risonanza l'abbiamo fatta ed ancora esce sospetto carcinoma. non capisco se c'è o non c'è questo carcinoma anche se localizzato
GRAZIE

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza

40% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Caro lettore,


a 78 anni la necessita di definire se nella prostata di suo padre esista una formqzione neoplastuica o no mi sembra fondamentale solo dopo una valutazione clinica di suopadre stesso, ...come sta...come urina...se ha disturbi importanti....
Oggi come oggi si tende a ritenere che la sovegkianza attiva sia più utile ed efficae di qualsiasi altra modalità inetrventistica...ma i 78 anni ??
A mio parere ,mi farei consigliare da urologo esperto sui passi diagnostici da seguire anche per non fare indagini assolutamente inutili
cari saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#2] dopo  
Utente 296XXX

La ringrazio Dottore. Comunque mio padre non ha nessun sintomo, urina normalmente non ha nessun tipo di fastidi.

I valori di psa sono pari a 15 tenga presente che 2 anni fà erano circa 8. poi abbiamo una biopsia di due anni fà con un Pin alto grado in un microfocolaio apice destro ed ora una RM Multiparametrica con ancora "sospetto carcinoma". Prima di fare la seconda biopsia fù trovato un ASAP e ci consigliarono di fare una seconda biopsia per sospetto carcinoma e usci appunto il PIN.

Mi rendo conto di apparirLe ansioso, ma è questa incertezza sul sospetto o no, che mi lascia dubbioso, tra l'altro si parla tanto di diagnosi precoce e quindi mi spaventa il non fare nulla solo perchè ha 78 anni...

L'urologo al quale ci siamo rivolti ha escluso l'intervento chirurgico in modo assoluto, e ci ha eventualmente consigliato in alternativa alla sorveglianza attiva, di utilizzare il farmaco per cura ormonale Bicalutemide.
Non so se è il caso di fare una biopsia mirata alla zona sospetta.
Tra l'altro l'urologo a suo parere ritiene che comunque anche se si parla di sospetto il tumore ci sia.
La ringrazio per la Sua disponibilità