Utente 448XXX
Salve a tutti. Due giorni fa effettuando una masturbazione ho notato la fuoriuscita di una singola goccia di sangue rosso denso quasi scuro dall'uretra. La perdita si e' bloccata subito, e dopo aver preso un certo spavento ho concluso la masturbazione con emissione di sperma particolarmente denso,quasi giallognolo. La eiaculazione in se non avveniva da 3 giorni circa. Nessun altro dolore,nessuno spasmo, ne apparenti segni di escoriazioni ecc. Solo, a posteriori,un lievissimo senso di indolenzimento comunque andato via in una mezz'ora. La minzione e' stata regolare, nessuna traccia di sangue ne ostruzioni,bruciori,ecc. Per circa sei,sette mesi ho avuto dolori e doloretti al pene, e facendo la visita completa con ecografia e palpazione dall'andrologo ho trovato tutto ok, tranne due piccolissime cisti dell'epididimo che a sua detta vanno lasciate li perche' non rilevanti e ricontrollate per sicurezza entro un anno o due. La pelle era sempre secca,rossa,facile ad irritazioni ecc. Abbiamo scoperto poi che tutto questo era causato da una vulvovaginite asintomatica della mia compagna, poi confermata da analisi di laboratorio. Gradualmente, ho risolto con l'applicazione di un sapone disinfettante e poi con lavaggi delicati con acqua tiepida e sapone neutro. Questo problema mi ha particolarmente stressato, e non vado molto orgoglioso nel dire che spesso controllo,manovro ed osservo il pene temendo rotture,patologie varie ecc o masturbo frequentemente durante periodi piu stressanti. .Sono un soggetto altalenamente ipocondriaco. Ora questa goccia di sangue, sembra come episodio isolato. Di cosa potrebbe trattarsi ? Grazie in anticipo della risposta che vorrete accordarmi.

[#1] dopo  
Sembrerebbe in modesto fenomeno traumatico, ma una occhiata me la farei dare per valutare eventuali infiammazioni
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#2] dopo  
Utente 448XXX

a che infiammazioni si puo in genere ascrivere tale accadimento ? l'erezione di quel momento era dura, il pene aveva raggiunto una notevole rigidita'. Il mio timore era quello di essermi "rotto" da qualche parte,ma non ho poi avuto nulla di lancinante ecc, e da fuori mi sembra tutto ok no tumefazioni e cose simili. Forse solo suggestione ma poco dopo lo vedevo piu tendente a sinsitra del solito. Mai comunque riscontrato primai cose simili e l'andrologo durante la visita aveva trovato vescica,prostate ed uretra in perfetto stato di salute. Aggiungo che uso bere molta acqua,ma quel giorno non mi era stato possibile per via della mole di impegni al lavoro.

[#3] dopo  
Uretrite (due tipi) prostatite (5 tipi) prostatite vesciculite (5 tipi), balaniti (10-12 tipi), balanopostito (idem).
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org