Utente 477XXX
Gentili dottori buonasera. Ho 23 anni. Sono stato operato il 29 dicembre di orchidopessi destra per testicolo in ascensore e rimozione di qualche idatide e varicocele sinistro recidivo dopo dieci anni. Fortissimo dolore a destra dopo intervento trattato subito con forti analgesici e decorso più o meno regolare se non fosse per un ematoma formatosi a destra ancora presente. Il gonfiore di tutta la zona con i giorni è andato via via scomparendo ma l’ematoma sembra non volere diminuire. Il mio urologo dice che è questione di tempo. La terapia seguita e che ancora sto seguendo è Cefoxtima fiale due volte al giorno per dieci giorni e ora Cefixoral400 una compressa al giorno, Clexane 4000 a tutt’oggi, Danase prima e ora Bromeda una al giorno. Volevo chiedere se la terapia è quella indicata in questi casi o se posso fare altro (anche localmente per esempio) per accelerare i tempi di assorbimento e se questo ematoma che pare che sia di due centimetri ma a me sembrerebbe anche di più, può compromettere in qualche modo la funzionalità del testicolo. Sono un po’ preoccupato e confido in un vostro parere. Grazieg

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

vista la strategia chirurgica complessa da lei subita, un ematoma non è un'evenienza così infrequente.

Segua ora le indicazioni già ricevute sembrano seguire una prassi condivisibile vista l'estensione dell'ematoma.

Tra 3-6 mesi consigliato un esame del liquido seminale per verificare la sua fertilità.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com