Utente 483XXX
Salve Dottori,
Ho sofferto da anni di una fimosi non serrata che mi causava problemi di relazioni a livello sentimentale.
Per questo una decina di giorni fa ho eseguito un intervento di circoncisione totale in una clinica privata. Ero alla ricerca di una clinica che potesse fare l'intervento con il laser CO2, dato che leggendo su internet dava dei risultati estetici migliori e un post intervento migliore... Dopo aver fatto una visita l'urologo mi ha consigliato di fare l'intervento con il bisturi e non con il laser perché piu' preciso. Io ovviamente mi sono fidato ed ho accettato di fare l'intervento da lui, garantendomi comunque un buon risultato. Gli spiegai anche che circa un anno fa ho affrontato un intervendo di frenuloplastica che mi ha risolto il problema del frenulo corto, ma che mi ha lasciato delle piccole escrescenze e un pezzettino di frenulo abbastanza visibile. E quindi il medico insieme ad un suo collega hanno eseguito l'operazione di circoncisione in piu' hanno rimosso l'escrescenza e dato una botta col laser sul pezzettino di frenulo che mi era rimasto, giusto per appiattirlo un po'.
Dopo l'intervento in data 15 febbraio, sono tornato a casa dopo 20/30 minuti col treno. E la prima cosa che feci è cambiare la garza... E subito mi accorgo che il pene sui punti di sutura si era gonfiato, specialmente nel lato destro e si erano formati dei salsicciotti intorno. Nella zona del frenulo non vidi nulla dato era pieno di fili e sangue. Non mi pieoccupai piu' di tanto, e mi limitai solo a cambiare garza. Il medico mi prescrisse antibiotici per 5 giorni, Flaminase 30mg per 15 giorni e lavaggi con Amukina Med e apllicazione di Gentalyn Beta. Infine mi diede anche una crema Kaloidon crema da applicare per 1 mese dopo la totale guarigione della ferita.
Per ora sono al 10° giorno dall'intervento e ancora il mio pene ha un aspetto orrendo... I salsicciotti persistono, il gonfiore destro anche e dietro la zona del frenulo è un po' piu' indurito. Il gonfiore destro sembra che trabocca fuori e genera una asimetria dei punti.
Ora io non ho mai avuto dolori di nessun tipo, nemmeno in erezione, tranne il primo giorno. Il sanguinamento non c'è piu', però questo aspetto orrendo del pene mi deprime parecchio a livello psicologico, anche perché prima di affrontare l'intervento ho visto molte immagini di peni circoncisi e a guardarli mi sembravano molto estetici...

1) Vorrei sapere se tutti questi gonfiori, salsicciotti, croste, coloriti viola, giallo, rosso, escrescenze, asimetrie andranno via col passare del tempo.

2) posso cominciare a fare lavaggi con acqua e detergente intimo neutro a 10 giorni dall'intervento? Ad oggi ho solamente utilizzato amukina med(2 confezioni)

3) E' normale che l'urina mi esca in modo strano? Schizza un po' da tutte le parti e non va dritta..

4) E' possibile che nella zona dove prima c'era il frenulo si possano formare dei cheloidi o che la cicatrice sia piu' spessa? Dato che ho subito una frenuloplastica 1 anno fa

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Come sempre ripetiamo in questa sede, il risultato estetico, ma soprattutto funzionale, di una circoncisione va giudicato non prima di almeno 40 giorni. Per lei è trascorso solo un quarto del tempo, pertanto ogni preoccupazione è oggi del tutto fuori luogo. Non esistono provvedimenti particolari che possano accelerare più di tanto il naturale processo di guarigione. D'ora in avanti è generalmnete consigliabile passare ad una normale igiene locale con acqua e detergente neutro. Il prepuzio funziona un po' da imbuto per il getto urinario, ora il meato è completamente libero, pertanto bisogna imparare ad controllare meglio il getto. In linea di massima non vi è ragione di pensare che il pregresso intervento al frenulo abbia una funzione negativa sulla stabilizzazione della circoncisione.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 483XXX

Ottimo, la ringrazio per la rapida risposta.
Sa non è facile credo guardarsi il membro in queste condizioni e non cadere in paranoia e depressione. Ed è molto difficile pensare ad altro; il solo fatto di ritrovarmi un pene antiestetico dopo mesi dall'intervento mi causa un forte stress psicologico.

In ogni caso, il medico mi ha prescritto Kaloidon crema da applicare per 1 mese dopo la totale guarigione, per elasticizzare la zona del frenulo precedentemente operata.
Ora io non so se questa crema possa elasticizzare il tessuto inciso, ma seguirò le indicazioni. Secondo lei questi prodotti dermatologici funzionano?

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
<<<non è facile credo guardarsi il membro in queste condizioni e non cadere in paranoia e depressione. Ed è molto difficile pensare ad altro>>>
Lei è molto giovane, ma dovrebbe immaginare che nella vita si può purtroppo incorrere in situazioni ben peggiori.

Sulle prescrizioni post interento non vi sono due specialsiti che diano gli stessi consigli. Lei faccia come le è stato detto, di certo non si sbaglierà.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 483XXX

Dottore, secondo lei il fatto di non avere piu' il prepuzio può influire sul piacere sessuale? Ho letto che il prepuzio contiene oltre 20'000 terminazioni nervose e mantiene il glande sensibile.. Ora io sono ancora in fase che i punti cadano ma ho un forte timore che la masturbazione non avrà lo stesso piacere che aveva prima e stessa cosa per il sesso. Chiaramente queste sono informazioni che ho raccolto su internet, sempre a detta di medici... La cosa un po' mi preoccupa, ma non adesso, piu' che altro in futuro, tipo dopo 5 anni dall'intervento non proverò piu' la stessa intensità di prima... E poi una volta diventato vecchio, cosa mi aspetterà oltre la disfunzione erettile?

Forse non ci sono forti dati scientiffici su questo, ma anche la testimonianza di pochi può rappresentare la realtà dei fatti.

Sicuramente se tornassi indietro nel tempo ci avrei pensato 2 volte prima di metter piede in quella sala operatoria...

[#5] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Se fosse così vero che la circoncisione altera in modo così "devastante" la sensibilità genitale, circa la metà dell'umanità maschile, che viene circoncisia per motivi religiosi (ebrei ed islamici), avrebbe a lamentarsi della propria vita sesuale. Secondo lei questo accade? Stia sereno e non si faccia degli inutili problemi, sull'internet si dedichi a navigazioni più dilettevoli.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#6] dopo  
Utente 483XXX

Il problema è che ebrei ed Islamici vengono circoncisi in età giovanile, e quindi non credo possano fare un paragone tra il prima e il dopo.

Purtroppo un pene circonciso non ha piu' gli stessi stimoli che aveva prima, io questo lo sto sperimentando con me... Non essendoci piu' nulla che scorre anche i rapporti saranno difficili; da quello che ho letto si dovrà fare uso del lubrificante, anche per la masturbazione, cosa abbastanza scomoda.
Tutte quelle terminazioni nervose sacrificate per un anello fimotico che stringeva.. Quei nervi erano lì per un motivo ben preciso. In piu' la cheratinizzazione sta nascondendo anche i nervi del glande e della mucosa. Io al tatto non sento piu' niente. Quindi in sostanza la differenza è molta.

Oltretutto ho sentito che il prepuzio ha un'azione stimolante per la donna.

Mi sembra come di vivere un incubo francamente

[#7] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Un incubo dunque condiviso probabilmente con miliardi di persone ... La nostra esperienza ci suggerisce che lei stia forse un poco esagerando, stia piuttosto attento a non innescare così dei pericolosi circoli viziosi di ansia da prestazione.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#8] dopo  
Utente 483XXX

E' da parecchio che sono ansioso, ormai penso solo questo purtroppo. So che sto sbagliando a deprimermi per questo, però è solo il fatto di aver perso un qualcosa di naturale e prezioso che poteva fare la differenza sul piacere di una persona che mi fa un po' innervosire.

Forse avrei dovuto fare quella parziale e non totale... Almeno sarebbe rimasta un po' di sensibilità, anche il medico optava per quella, per risparmiare piu' zone erogene. Alla fine la decisione è stata mia, e non sono molto soddisfatto del risultato, purtroppo