Utente 275XXX
Salve dottori e grazie in anticipo per il vostro aiuto. Sono un ragazzo di 27 anni. Sono nato con una fimosi serrata da quello che mi è stato detto. Ricordo molto vagamente che il pediatra mi ordinò di fare l'operazione quando avevo ca. 13/14 anni e l'ho fatta, ora non ricordo bene ulteriori dettagli. Dopo passato un pò di tempo dall' operazione 3-4 mesi forse più io probabilmente mi masturbavo ma ancora non sapevo che il pene doveva scappellarsi, lo facevo inconsapevole di scappellare. Quindi mettiamo che da 15 anni in poi (dopo l'operazione) mi masturbavo senza provare a scappellare, poi fatti 18 anni nemmeno ci ho provato, infine arrivato a 26 anni ho capito che bisogna scappellare il glande, di recente faccio un pò di ricerche su internet e trovo che chi soffre di fimosi, può provare a fare dei cosìddetti esercizi di 'ginnastica prepuziale' iniziai a farli da ca. 3-4 mesi fà quasi 2-3 volte asettimana, usando un olio di germe di grano per elasticizzare, a dire la verità poi non so se soffro anche di frenulo corto. Ora la domanda che mi pongo io è siccome non ho mai provato a uscire completamente il glande per molto tempo dopo l'operazione (ca. 12-13 anni ) avrei paura che se proverei a farlo uscire mandando il prepuzio giù, poi non risalga pù sù (parafimosi) !

Ditemi cosa dovrei fare. Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

non si pasticci è bene ora che la sua attuale situazione anatomica a livello del pene sia valutata in diretta da un bravo andrologo od urologo; sarà lui a darle le corrette indicazioni da seguire.

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione diagnostica mirata e poi eventualmente una prospettiva terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com