Utente 490XXX
buona sera, il 3/4/18 ho fatto una turv per un calcolo retromeatale di 3cm, mi hanno applicato lo stent come da prassi e il 24/4 lo devo togliere, le mie domande sono 2: 1. e normale che per tutto il periodo di convalescenza(3settimane) io abbia urinato sangue con forse 4 giornate di micro ematuria? 2. rimuovere lo stent è doloroso? premetto che x la durata delle 3 settimane x me e stato come non averlo..
Grazie mille io scrivo da trieste e sono sotto il reparto di urologica dell'ospedale di cattinara.a trieste

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Il calcolo era veramente di 3 centimetri? Questo sarebbe davvero insolitamente grande per un calcolo in quella posizione retromeatale. Dubitiamo che potesse essere invece dim3 millimetri. D'ogni modo, la presenza stessa dello stent, seppure sottile e di materiale morbido, è in grado di causare un certo sanguinamento, più o meno evidente. Non si tratta comunque mai di una perdita pericolosa e non ha di per se alcun significato negativo sul risultato dell'intervento. Normalmente lo stent viene rimosso con una cistoscopia senza anestesia, in mani esperte di brevissima durata (anche meno di un minuto) che può risultare un po' fastidiosa nel maschio, ma comunque ben sopportabile dalla maggioranza dei soggetti. Vi sono, è vero, personaggi esageratamente sensibili nei quali la minima manipolazione delle basse vie urinarie pare scatenare dolore insopportabile. Ciò constatato, ovviamente si sospende la "tortura" e si dispone per eseguire la manovra in sedazione. Questo accade però molto raramente.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing