Utente 491XXX
Salve
Ringrazzio in anticipo per l'interessamento. Soffro di calcolosi renale da ormai molti anni per dare un idea l'anno scorso sono stato sottoposto a 12 litrotissie , ma la cosa che ultimamente mi affligge è un dolore al fianco sx in basso che si presenta o comunque si accentua quando mi stendo sul fianco dx ma non solo,spesso anche di giorno quando sono in movimento. L'urologo dice che questo dolore non ha a che fare con i calcoli renali e mi ha consigliato di fare colonscopia è gastroscopia che ho fatto, ma entrambe gli esami non hanno messo in evidenza alcun problema. Non so cosa fare il dolore e molto forte e non mi permette neanche di lavorare. Cosa posso fare.

[#1] dopo  
Dr. Mauro Seveso

40% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
BASIGLIO (MI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile Signore
se il suo urologo ha detto che ila sintomatologia non è da addebitare ad un problema di calcolosi è perchè mediante indagini approfondite avrà escluso la presenza di calcoli residui dopo le numerose sedute di litotrissia. Rimane , consideranda anche la descrizione del dolore, da verificare l'eventuale presenza di un problema a carico della colonna vertebrale
Cordiali saluti
Dott. Mauro Seveso

[#2] dopo  
Utente 491XXX

Gentilissimo dott. Seveso
Di calcoli nel rene mio malgrado ce ne sono ancora,ma l'urologo ha detto che per la posizione in cui si trovano e per le dimensioni che hanno non dovrebbero causare tali dolori. Per quanto riguarda la colonna vertebrale in effetti sono stato sottoposto alla rimozione di un ernia espulsa e migrata e ho un impianto di stabilizzazione, l5 s1 ,ma allo stesso modo il neurochirurgo mi ha detto che il dolore che ho non può venire dalla colonna ,nonostante ci siano ancora frammenti che non è stato possibile rimuovere ,ed in effetti a me non sembra . Il dolore che tanto mi affligge e molto simile ad una colica renale, ma ha origini piu in basso e si estende fin sotto l'ombelico e quando è forte mi fa mancare il fiato . Io se posso essere sincero credo sia comunque il rene ,ma durante l'anno scorso più volte l'urologo a fatto TAC e dirette renali sotto mia richiesta ,dicendomi poi sempre le stesse cose, e cioè che i calcoli presenti sono in posizioni che non dovrebbero causare tali problemi. Ora io mi chiedo che esame devo fare per confermare o smentire quello che mi viene detto ? La ringrazio per il tempo dedicatomi.
Distinti saluti.