Utente 494XXX
Gent.mo Dottore, il PSA da valori nel passato attorno al 2 ng/ml è salito l'ultima volta a 4 (PSA libero 1,880 ng/ml., Rapporto PSA libero/PSA totale 47,0%) L'ecografia transrettale evidenzia prostata di 44 cc con adenoma centrale di 19 cc caratterizzato da calcificazioni periuretrali. Pars periferica caratterizzata da cisti da ritenzione di 0,98 com di diametro. Profili capsulari regolari. Plesso periprostatico e vescicole seminali nella norma. Preciso che gli unici disturbi sono a volte una certa urgenza nella minzione e dover, non tutte le notti, alzarmi una volta per urinare. Come vanno interpretati questi valori? Necessitano altri esami e/o controlli periodici? Si rende opportuna una eventuale terapia farmacologica o l'assunzione di integratori a base di serenoa repens?
Ringrazio per la risposta

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

che cosa le ha detto il suo urologo di fiducia dopo avere visto gli esami che qui lei ci ha inviato?

Tutto quello che ci scrive comunque potrebbe anche essere motivato da una ipertrofia prostatica benigna ma il PSA presentato indica l'opportunità sicuramente di un monitoraggio della situazione con valutazioni urologiche periodiche.

Se comunque desidera avere altre notizie più dettagliate su tale problematica urologica, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/383-prostata-aumenta-volume-ipertrofia-prostatica-benigna.html

https://www.medicitalia.it/salute/urologia/7-prostata.html

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 494XXX

La ringrazio intanto per la Sua puntuale e qualificata risposta e per le indicazioni di approfondimento in merito alla IPB. Sostanzialmente, in questa fase, le indicazioni prospettatemi - all'interno di un quadro diagnostico di ipertrofia prostatica benigna - sono state di monitoraggio periodico del PSA (il penultimo, due mesi prima, era di 4,160 e l'ultimo di 4,000), esame flussimetrico, osservazione (diario) della sintomatologia lamentata, assunzione di integratore a base di serenoa repens e controllo urologico fra due/tre mesi.
Cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene, segua le indicazioni ricevute; da quello che ci racconta sono sostanzialmente condivisibili.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com