Utente 494XXX
Buongiorno,
soffro di Ipertrofia prostatica da anni, e per anni ho preso Avodart conducendo un discreto andamento riguardo alla qualità di vita, ossia un flusso urinario quasi normale e frequenza di minzione mediamente di 4 ore. Lamentando però una certa inibizione sessuale però l'urologo mi ha sospedo Avodart e prescritto Saba. Il flusso è divenuto molto debole dopo tre mesi e la frequenza è aumentata. Allora mi è stato prescritto Saba+ Prostaplant. Dopo alcuni mesi ora la frequenza è tornata accettabile (3-5 ore), ma il flusso sempre debole. La sessualità dopo l'interruzione di Avodart è un poco migliorata, ma non tanto da rappresentare un progresso desiderabile rispetto al periodo con Avodart.
Chiedo specificatamente se si può ritenere plausibile, l'associazione, almeno come tentativo, di Avodart + Saba, per migliorare il flusso e mantenere o dilatare la frequenza. Peraltro aggiungo che i disturbi della sfera sessuale sono influenzati anche da altri farmaci che assumo (ansiolitici e antidepressivi). Inoltre Avodart aveva benefici anche su seborrea e caduta dei capelli.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

da questa postazione, non conoscendo in modo completo e corretto la sua situazione clinica e non avendo potuto valutare in diretta il suo reale problema urologico, nessuna strategia terapeutica le possiamo consigliare.

Se comunque desidera avere altre notizie più dettagliate sulla sua problematica urologica, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/383-prostata-aumenta-volume-ipertrofia-prostatica-benigna.html

https://www.medicitalia.it/salute/urologia/7-prostata.html

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica diretta rappresenta il solo strumento diagnostico per poterle dare poi eventualmente, quando possibile, un’indicazione terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 494XXX

Gentile dottore, la ringrazio della risposta. In effetti ho già fatto praticamente tutti gli esami consigliati anche più volte ed anche tre visite specialistiche. Le cure sono sempre state o Avodart o, più recentemente e a tutt'oggi, serenoa repens.
Avrei solo gradito sapere se l'associazione di tali due farmaci può avere controindicazioni.
Grazie ancora e cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Se indicati in diretta dal suo specialista di fiducia: no.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com