Utente 496XXX
BUONASERA , VI RACCONTO UN PO LA MIA STORIA SPERANDO CHE MI SIATE UN PO D AIUTO. CIRCA 10 GIORNI FA HO INCOMINCIATO AD AVERE FEBBRE 38 SU PER GIU. VISTO CHE LA FEBBRE NON SI ABBASSAVA MAI SONO ANDATO DAL MEDICO CURANTE DOVE MI HA DETTO CHE POTEVA ESSERE UN INFEZIONE PERO NN SAPEVA DOVE VISTO CHE IO NN AVEVO NESSUN SINTOMO. TORNATO A CASA MI SONO RICORDATO CHE ALCUNI GIORNI PRIMA MI SONO ACCORTO DI UN ODORE PUNGENTE DELLE URINE,COSI HO CHIAMTO IL DOTTORE E MI HA DATO UN ANTIBIOTICO. HO COMINCIATO A FARE LA CURA CON UN ANTIBIOTICO DA 500 FINO A DOMENICA SCORSA, PERO LA FEBBRE DOPO 4 GIORNI E ANDATA VIA. COSI HO FINITO CURA ANTIBIOTICA . DOPO 2 GIORNI DALLA FINE DELLA HO RIAVUTO (OGGI) FEBBRE ABBASTANZA ALTA (38.5) . SONO ANDATO DAL MEDICO PERCHE SONO MOLTO PREOCCUPATO CHE POSSA ESSERE QUALCOSA DI GRAVE. LUI MI HA DETTO DI PRENDERE TACHIPIRINA PER 2 GIORNI E CHE SE GIOVEDI DOVESSE CONTINUARE LA FEBBRE FACCIAMO GLI ESAMI (SANGUE E URINE) ANCHE SE SONO SOTTO ANTIBIOTICI ANCORA. MI SAPETE DIRE COSA POSSA ESSERE? CORDIALI SALUTI

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Ovviamente a distanza non si cura nessuno e l'assenza di disturbi specifici rende la cosa ancora più difficile. In genere una infiammazione/infezione genito-urinaria nel maschio si manifesta quantomeno con qualche disturbo nell'urinare, bruciore, dolore, urine di colore anomalo. A questo punto è davvero indispensabile eseguire quantomeno degli accertamenti di primo livello, prima di poter esprimere qualsiasi tipo di giudizio.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 496XXX

BUONASERA, COME SCRITTO PRECEDENTE L ODORE ERA MOLTO PUNGENTE E COLORE ABBASTANZA OSCURO. DETTO QUESTO SONO AL PS PERCHE' FEBBRE CONTINUAVA A SALIRE. HO FATTO ESAMI SANGUE\URINE . I VALORI ALTERATI SONO : EMOCROMO : HGB12,9 HCT 38,7 WBC 10,47 LY 16.4 MO 12,4 MONOCITI 1,30 LDH 267 CK MB<1 . ESAME URINA STANDARD GLUCOSIO 10 PROTEINE 2O EMOGLOBINA 0,10 CHETONI 10 LEUCOCITI 25 PESO SPECIFICO 1032 CRP5,90. COSI SONO STATO DALL UROLOGO DOVE HO FATTO ECOGRAFIA RENI E VESCICA SENZA TROVARE NULLA. MI HA DETTO DI BERE TANTISSIMA ACQUA PERCHE RISULTA CHE NN BEVO MAI(VERISSIMO). CON CONSEGUENTE CURA ROCEFIN 1GR X 5 GIORNI , IDIPROST X 30 GIORNI , BET BERRY PER 20 GIORNI. SCESO GIU AL PS HO DOVUTO FARE CORTISONE X FAR SCENDERE FEBBRE E MI HANNO GIA FATTO UN INIEZIONE DI ROCEFIN. USCITO DAL PS LA SERA ,FINO ALLE 18 DEL GIORNO SEGUENTE NNT FEBBRE DOPODICHE DAL 7 AL 9 GIUGNO FEBBRE ALTA FINO L 8 GIUGNO PICCHI DI 39,7. DOPO AVER CONTATTATO UNA NEFROLOGA DOVE MI HA DETTO DI ASSOCIARE AL ROCEFIN UNA COMPRESSA DI LEVOFLOXACINA DA 500 .OGGI 9 GIUGNO DOPO 4 INIEZIONI (NE MANCA 1) FEBBRE DALLE 18 (HO PRESSO CORTISONE GIORNO PRECEDENTE ALLE 19.) ALLE 18,30 FEBBRE 37,7. LA NEFROLOGA MI HA DETTO CHE E ' UNA FORTE INFEZIONE E CHE SECONDO LEI CI VORRANO MOLTI PIU GIORNI DI CURA. E' POSSIBILE SAPERE LA FEBBRE NON SPARISCE MAI ? GRAZIE

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Noi riteniamo che la semplice terapia antibiotica empirica possa essere efficace, ma sarebbe ilcaso di comprendere qualcosa in più. Se il sospetto è quello di un'infezione renale (pielonefrite) sarebbe opportuno eseguire una risonanza magnetica dell'addome.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 496XXX

BUONASERA ,OGGI HO FINITO TERAPIA E STASERA PICCHI DI FEBBRE 38,5. DOMANI MATTINA DEVO ANDARE DINUOVO AL PRONTO SOCCORSO XKE NON HO PIU NIENTE DA PRENDERE. MA LORO MI RIFANNO ESAMI SANGUE URINE? MA SE CE UN INFEZIONE RENALE CHE MI SUCCEDE? CURA ANTIBIOTICA? SONO PREOCCUPATO. GRAZIE

[#5] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
La persistenza della febbre impone certamente indagini più approfondite, pensiamo che sia probabile il ricovero.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing