Utente 404XXX
Salve gentili dottori,
vorrei ricevere il vostro parere su delle analisi cliniche effettuate in data 17/05 pre-intervento per l'asportazione di un papilloma nel cavo orale che (a causa di problemi della struttura) ho dovuto rimandare di un mese, ad oggi 22/06. Di conseguenza, le analisi non le ho lette prima di questa mattina e il mio medico curante non è disponibile prima di lunedì.
L'urinocultura mostra i seguenti valori:
Colore GIALLO
Aspetto LEGGERMENTE TORBIDO
Ph 5,5 (5,5-7,5)
Glucosio 0,0 (0,0)
Proteine *10 (0,0)
Emoglobina *0,10 (0,0)
Corpi chetonici 0,0 (0,0)
Bilirubina 0,0 (0,0)
Urobilinogeno 0,2 (0,0)
Nitriti ASSENTI (assenti)
Leucociti esterasi *75 (0,0)
Peso specifico 1023 (1015-1025)
--Esame microscopico sedimento--
Leucociti 1-5/hpf
Cell.epiteliali b.v.u +/hpf
Eritrociti 1-5/hpf

Premetto che sia al momento del prelievo del campione e tutt'oggi non ho avvertito alcun tipo di problema di natura uretrale. Ho sofferto di cistite ad inizio anno e sono sicura di non averne i sintomi, per lo meno.
Devo però informarvi che circa quattro giorni dopo le analisi ho avuto un virus intestinale, durato bene dieci giorni e curato con antispastici e antibiotici.
Per quanto riguarda il papilloma, ho effettuato in concomitanza con le analisi anche una visita ginecologica con Colposcopia che non ha rilevato cisti o lesioni da hpv, ma solo confermato la presenza (come da anni) di una piaghetta vaginale.
È il caso che ripeta le analisi ad inizio settimana e valutare di conseguenza? Anche se con mestruazioni e cura antibiotica postoperatoria in corso? Di cosa potrebbe trattarsi?
Grazie mille per l'attenzione e buon lavoro.
Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Lei ci parla di urocoltura, ma poi non ci riporta il risultato. In ogni caso le alterazioni del sedimento urinario sono modestissime, in assenza di sintomi diremmo prive di reale interesse. Se l'urocoltura fosse risulatta positiva ci srebbe da sospettare una contaminazione del campione di urine da batteri presenti sulla area genitale esterna (cisrcostanza assai frequente). Non vi soo comunue provvedi emnti particolari da prendere, l'esame potrà eventualmnte essere ripetito tra alcune setimane.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 404XXX

Salve dottore, grazie per la risposta. Le premetto di aver riportato esattamente ciò che è scritto sul foglio rilasciato dall'ospedale, senza tralasciare altri dati.
La possibilità che il campione fosse contaminato comunque è reale, poiché il campione di urina mi è stato chiesto a metà mattinata in ospedale dopo una lunga attesa, quindi non ho potuto seguire le normali procedure di lavaggio.
Sebbene non sia un problema urinario, negli ultimi due giorni ci sono stati degli sviluppi di carattere ginecologico, ovvero delle perdite granulose sospette, probabilmente da candida a causa degli antibiotici. Nel caso con la visita mi venga richiesta una seconda urinocultura, confronterò i risultati per vedere se quei valori siano rientrati, ma in effetti mi ha già abbastanza rassicurata.
Grazie mille

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Lei ci ha riportato il referto di un normale esame delle urine con sedimento.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 404XXX

Mi perdoni, è stato un mio errore in principio riferirmi alle analisi come urinocultura e non come esame delle urine, perché in effetti non mi è stato recapitato un esito di urinocultura. Suppongo non sia prevista nell'iter pre-operatorio.
I miei dubbi si riferivano esclusivamente a quei valori fuori intervallo, cioè se potessero significare qualcosa.
Intanto mi scuso ancora per l'errore.

[#5] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Al prossimo controllo sarebbe opportuno eseguire anche l'urocoltura.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#6] dopo  
Utente 404XXX

Vabene dottore, provvederò a giorni. La ringrazio!