Utente cancellato
Salve, soffro di prostatite cronica da due anni, e non trovo rimedio. Ma la cosa peggiore è che i miei dolori si focalizzano tutti all'altezza de pene.
- a riposo ho delle fitte.
- dolore post eiaculazione (molto forte)
- dolore al meato uretrale
Tutti questi all'inizi erano solo piccoli fastidi ora dopo anni di cure: antibiotici, antinfiammatori, integratori di ogni sorta, è peggiorato ogni sintomo ed io non ho più una vita, piango e mi dispero tutta la notte, vedo psicologi, ma niente mi aiuta, perché quando le fitte arrivano, io vedo solo nero. Ho pensato spesso al suicidio.
Ovviamente in questi anni ho fatto ogni esame possibile, tutti sempre negativi.
Mi fido del mio urologo, ma sto perdendo la speranza.
Uscirò mai da questo incubo? Mi senbra d'esser troppo giovane per esserci entrato.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
I dolori pelvici e genitali da irritazione prostatica cronica, in assenza di altre alterazioni significative (risolvibili operativamente) debbono essere trattati come "dolore puro" utilizzando i protocolli degli specialisti in terapia antalgica. Queste competenze trascendono la comune pratica dell'urologo, pertanto in casi un po' estremi come il suo, noi consiglieremmo di far comunque riferimento ad uno specialsita o ad un centro di terapia antalgica. Vengono perlopiù utilizzati in combinazione antidolorifici ad azione sul sistema nervoso centrale ed antidpressivi.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
498509

dal 2018
Grazie Dottore per la celere risposta,
vedrò di informarmi, sul dove posso trovare centri come questi.
Io, ingenuamente, ho sempre sperato che un giorno il dolore se ne sarebbe semplicemente andato.