Utente 502XXX
Buongiorno Dottore. In data 20/giugno /2018 sono stato sottoposto ad intervento di uretromia sec. otis e turbt con resezione di papilla ureterale, dimesso con catetere per giorni 5 ,
MATERIALE INVIATO PER E.I.

1 PARTE ESOFITICA LESIONE VESCICALE PARETE LATERALE SINISTRA;
2 BASE D'IMPIANTO LESIONE VESCICALE PARETE LATERALE SX;
3 PAPILLA URETERALE SX.

ESITO ISTOLOGICO:
1- CARCINOMA UROTELIALE PAPILLARE AD ALTO GRADO(G2), FRAMMENTI, NON EVIDENZA DI INVASIONE DELLO STROMA SOTTOEPITELLARE; TESSUTO MUSCOLARE ASSENTE.

2 CARCINOMA UROTELIALE PAPILLARE AD ALTO GRADO(G2), NON EVIDENZA DI INVASIONE DELLO STROMA SOTTOEPITELIALE, TESSUTO MUSCOLARE ASSENTE, FRAMMENTI.

3- FLOGOSI CRONICA, EDEMA E DISPLASIA DELL'EPITELLO TRANSIZIONALE; FRAMMENTO IN PARTE DISEPITELIZZATO.

CODIFICAZIONE:
T-74000 M-81203
T-74000 M-81203
T-74000 M-74410.

IN DATA 12/07/2018 IL CHIRURGO CHE MI HA OPERATO HA SCRITTO :
IN CONSIDERAZIONE DELL'ESTENSIONE DELLA MALATTIA E DEL GRADO SI PONE IN NOTA PER TURBT II LOOK E URS DIAGNOSTICA SX..

LE CHIEDO CORTESEMENTE : CONSIDERATO L'ESAME ISTOLOGICO COME SI DOVRA' PROCEDERE DA ORA IN AVANTI?
LA RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE

[#1] dopo  
Si farà quello che le ha prescritto il (saggio) collega: si piallerà via un pezzetto di vescica là dove c' era la lesione e si farà esame al microscopio per vedere se esiste estensione anche a quel livello. in base ad esame istologico si deciderà.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org