Utente 505XXX
Salve
A seguito della mia terza visita medica ( due da specialisti urologi) e dopo 2 eco penienie basali (poiché non ritenuta necessaria eco color doppler peniene dinamica) ..e dall insorgenza di questo ingrossamento/o pallina di una notevole dimensioni alla parte dorsale del pene da circa due mesi e e seguenti terapie con vitamina E che continuò e con bustine di pelvilen ancora non ho una precisa diagnosi e di conseguenza precisa terapia.... per tanto vorrei sottoporre a voi , il caso .. prima diagnosi tromboflebite.. si sospettava Ipp che fortunatamente è stata esclusa ora si evince ma non chiaramente un problema ai vasi linfatici... la cosa certa è che come insorgenza di due mesi fa non c’è stata regressioni ..bensì solo un aumento di massa . Si può risolvere nell extremo Ratio per via chirurgica ? Se si ? È di facile intervento? Che complicanze potrebbero sorgere ? O quanto meno riuscire a diagnosticare il caso .. senza rincorrere a visite urologiche che non hanno effetto .. sia per la mia situazione che per le mie tasche...

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Izzo

28% attività
8% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
MASSA LUBRENSE (NA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Caro utente,
potrebbe trattarsi du una trombosi di una vena superficiale del pene. Dico potrebbe perché mi attengo a quanto da lei descritto e non ho la possibilità di visitarla e/o valutare gli esami da lei eseguiti. La soluzione chirurgica dovrebbe essere l'ultima spiaggia, in quanto se si trattasse di quanto ipotizzato, la regressione è spontanea e ci vuole tempo. Si potrebbero applicare pomate a base di eparina, ma va sempre obiettivato il caso clinico.
In caso di escissione chirurgica, se fattibile, potrebbe avere come complicanze immediate principalmente l'ematoma o l0infezione. come complicanza tardive, una fibrosi.
Cordialità
Dr. Alessandro Izzo
www.studiomedicoizzo.it
dott.alessandro.izzo@gmail.com

[#2] dopo  
Utente 505XXX

La ringrazio per la sua tempestiva risposta , caro dottore le somministrazione di Pelvilen dual Act 2 volte/dí e peyronien plus 1 cp al di pomeriggio.. per la pomata che dal 1 consulto urologico mi è stata prescritta e da me applicata Essaven non ha ridotto la massa per nulla ..come èra ..è.. ad ogni modo sono circa due mesi e più.... quindi quale più corretta terapia è opportuna?

[#3] dopo  
Dr. Alessandro Izzo

28% attività
8% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
MASSA LUBRENSE (NA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Se si tratta di trombosi, il tempo risolve tutto, solitamente. Se no va valutata l'opzione chirurgica.
Cordialità
Dr. Alessandro Izzo
www.studiomedicoizzo.it
dott.alessandro.izzo@gmail.com

[#4] dopo  
Utente 505XXX

Mi perdoni .. ad oggi dopo due ecopeniene basali e con visite urologiche ancora non si è diagnosticato cos’è?
O meglio si : segnala solamente congestione venosa periferica a livello del terzo medio del pene priva di significato clinico verosimile esito linfangite..
Si consiglia: peyronimev plus—- Pelvilen Dual Act —— seractil al
Bisogno.. ma il problema è sempre là..

[#5] dopo  
Utente 505XXX

Mi perdoni .. ad oggi dopo due ecopeniene basali e con visite urologiche ancora non si è diagnosticato cos’è?
O meglio si : segnala solamente congestione venosa periferica a livello del terzo medio del pene priva di significato clinico verosimile esito linfangite..
Si consiglia: peyronimev plus—- Pelvilen Dual Act —— seractil al
Bisogno.. ma il problema è sempre l