Utente 508XXX
Buonasera, 3 settimane fa sono stata sottoposta a cistoscopia e ureteroscopia per controlli (per la presenza di un ureterocele e macroematuria) e per la presenza di un calcolo nell'uretere sinistro.Il calcolo è stato bombardato e successivamente è stato inserito uno stent ureterale. 2 giorni fa sono ritornata in ospedale per rimuovere lo stent ma non è stato possibile in quanto non era presente l'estremità in vescica. Quindi bisogna toglierlo in ricovero. Io non ero a conoscenza di questa problematica e vorrei sapere se è una cosa comune, da cosa è stata causata e se è pericoloso far trascorrere molto tempo considerando che non so da quanto tempo lo stent è risalito nell'uretere. La ringrazio anticipatamente per la risposta.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Si tratta di una circostanza relativamente rara, ma non impossibile ed entro certi limiti non prevedibile. Per estrarre lo stent è dunque necessario eseguire una piccola ureteroscopia smirigida, che necessita di una seppur breve anestesia.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing