Utente 509XXX
Buongiorno, da circa un mese e mezzo ho un problema di fuoriuscita di pus dal pene, accompagnato a volte da bruciore durante la minzione. Aggiungo che circa una settimana prima ho avuto un rapporto orale non protetto. Il mio medico inizialmente mi ha prescritto una pomata antibiotica, da applicare per circa una settimana, ma non ha sortito alcun effetto. Sospettando un'uretrite, mi ha prescritto una cura antibiotica di Levofloxacina 500. Ho seguito la cura per 10 giorni, i sintomi sono scomparsi. Circa 3-4 giorni dopo, il problema si ripresenta: fuoriuscita di pus (anche se in quantità minore) ma senza bruciore durante la minzione. Sono tornato dal medico che mi ha consigliato una visita urologica, ma prima mi sono recato in clinica per un tampone uretrale. I risultati sono stati: Sviluppo batterico assente, Sviluppo micetico assente. In attesa della visita urologica, mi domando se con i risultati negativi del tampone si possa escludere la presenza di una qualche malattia sessualmente trasmissibile, e quale possa essere la causa della fuoriuscita di pus. Ringrazio anticipatamente.

[#1] dopo  
Un tampone in perido di acuzie è da proscrivere. Per 40 giorni dopo la assunzione dell' ultimo antibiotico gli esami colturali possano risultare falsamente negativi.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org