Utente 528XXX
buongiorno 39 anni, maschio, non patologie pregresse. 1.75, 72 kg, attività fisica almeno 4 volte a settimana (bodybuilding con dieta iperproteica, carboidrati ridotti al minimo).
in seguito a tonsillite con placche e febbre alta, con linfonodo collo ingrossato e trattato con successo con zitromax per 3 gg., ripreso (mi sento bene) ho sostenuto esami ematochimici di routine ( circa 10 giorni dopo la fine della copertura antibiotica).
i risultati sono stati piuttosto allarmanti:
esami urine:

aspetto limpido
colore: giallo paglierino
densità 1. 030 (1010-1030)
reazione: acida ph 5.0
albumina, sangue, glucosio, nitriti, chetoni, bilirubina, uribilinogeno e acido ascorbico assenti.
Sedimento:
leucociti 2-3 p.c.
emazie
Cristalli ossalato di calcio: numerosi monoidrato e diidrato
urati amorfi
fosfati amorfi
filamenti di muco
batteriuria
spermatozoi
cellule.

Emocromo:
wbc 3.68* (4.6/10)
neu 1.66* (2-6.5) 45%
lym 1.61 (0.6-3.4) 43.8%
mono 0.334 (0-0.9) 9.08%
eos 0.029 (0-0.7) 0.794%
baso 0.050 (0-0.2) 1.36 &

rbc 4.78 (4.04-6.13)
hgb 15.1 (12.2-18.1)
hct 44.3% (37-53.7%)
mcv 92.6 (79-97)
mch 31.5* (25-31.2)
mchc 34 (31.8-35.2)
rdw 13.7% (11.6-18)

plt 174 (142-424)
mpv 8.78 (0-99.9)
pct 0.153% (0-9.99)
pdw 17.6 10 (gsd) (0-99.9)

altri valori come colesterolo glicemia creatinina trigliceridi got ast sono nella norma ma ho uricemia a 8.2 piuttosto che nei limiti 4.2-7.2.
ho letto che valori alti di uricemia con neutropenia sono associabili a leucemia e sono molto preoccupato..credevo di avere al massimo dei calcoli e invece dovrò prenotare visita ematologica? cosa mi suggerite? grazie

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Molte delle alterazioni di questi esami sono da correlare alla sua dieta iperproteica, verosimilmente poco o male controllata. Inoltre, le urine troppo dense (1030) e la presenza di abbondanti cristalli rendono molto elevato il rischio di formare calcoli urinari, sia di acido urico che di ossalato di calcio. Posto che lei non ne abbia già, cosa che non riusciamo a comprendere da quanto ci riferisce. Pertanto, prima di tutto le consigliamo di rivedere attentamente le sue abitudini riguardo ad alimentazione ed idratazione, la seconda in particolare se svolge una attività fisica intensa. Tutto questo meglio se con l'aiuto di un medico dietologo. Non crediamo per ora opportuna la somministrazione di farmaci per abbassare l'uricemia. Inoltre, ricordi che ogni maschio dovrebbe sottoporsi ad una visita specialistica urologica almeno una volta ogni 10 anni, anche in assenza di disturbi specifici.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 528XXX

Innanzitutto la ringrazio per la celerità della risposta e per la gentilezza.
Non so se ho già calcoli perché il mio medico di base non ha ritenuto opportuno prescrivermi visita urologica.
Non avverto disturbi al momento ma già da qualche giorno ho provveduto a incrementare il consumo di acqua (2-3 lt) e ridurre drasticamente quello di proteine e in modo particolare di carni (da circa 170g a 60/die) e alcol (confesso di non disdegnare la birra nel weekend). La condizione dell'uricemia è comunque reversibile attraverso un'alimentazione e un'idratazione adeguata?
Piuttosto mi preoccupava molto la combinazione uricemia-neutropenia che ha fatto prospettare un controllo ematologico al mio curante

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Baderemmo maggiormente all'aspetto dietologico per ora. L'emocromo si potrà ripetere magari tra qualche settimana.Tutto sommato, una ecografia dell'addome potrebbe essere opportuna.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 528XXX

La ringrazio ancora.
Magari contestualmente alla ripetizione dell'emocromo, diciamo tra una ventina di giorni, sarebbe adeguato prenotare una visita urologica?

[#5] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Certo.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing