Utente 541XXX
Buongiorno, da qualche mese, a seguito della conoscenza della mia attuale compagna ho riscontrato problemi di erezione. Ho consultanto il primo urologo ,lui credendo ci fosse un problema di prostata, mi ha prescritto una terapia a base di tadalafil 5 mg al giorno e deprox 500 e crema vea lipogel da applicare sul pene. Ho iniziato la terapia ma non contento dopo qualche settimana mi sono rivolto ad un altro urologo che mi ha riscontrato uretrite e mi ha dato levofloxacina per 14 gg con peonil da applicare al pene la mattina e un integratore flogmev plus da prendere per 30 gg.
Dopo questa terapia e vari controlli lo stato del pene era migliorato ma i problemi di erezione sono rimasti. La mattina al risveglio l'erezione era ed é sempre importante, però spesso accade che prima dei rapporti il pene sia duro e poi si affloscia e non si riprende. Il secondo urologo mi ha poi consigliato di riprendere il tadalafil ogni 2/3 volte a settimana perché il problema é mentale, infatti con il tadalafil o il sildenafil problemi nel rapporto non li ho. Cosa dovrei fare ora? Non voglio essere schiavo di questi farmaci però ad ora é l'unico modo per avere una buona prestazione.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Se le cose sono come ci riferisce, ovvero sussistono valide erezioni mattutine, il problema erettivo non può avere cause organiche. Le cause psicologiche possono invece essere molto significative, ma su questo l'urologo non ha molto da dire. Probabilmente sarebbe opportuna valutazione psico-sessuologica.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing