Utente 173XXX
Un saluto a tutti, scrivo per conto del mio papà, che ha 72 anni e da circa una quindicina soffre di ipertrofia prostatica benigna.

Per tanti anni non è mai stata molto fastidiosa, solo negli ultimi 2-3 anni ha accusato qualche fastidio in piu a livello di minzione.

L'urologo che lo ha in cura gli diede due farmaci, da prendere insieme (Urodec e Avodart), poi però li ha dovuti interrompere perche gli causavano fenomeni extra-sistolici al cuore. Ne parlò con l'urologo e gli disse che evidentemente aveva un'alta sensibilità al principio attivo (in effetti sul bugiardino di entrambi sono presenti, quali complicanze "indesiderate", fenomeni di aritmia cardiaca, dopo che li interrompe passano). Ora sta provando un integratore a base di serenoa repens, anche quello, in misura minore gli provoca leggeri aritmie, infatti sta riducendo il dosaggio, sta facendo alcune prove.

Gli ho proposto di sottoporsi al laser di riduzione ella prostata, so che è una operazione meno invasiva di quella tradizionale, ma non ne vuole sapere, ha paura comunque. Esistono medicine o integratori che non incidano negativamente sul cuore, a livello di aritmie?

[#1]  
Dr. Luca Di Gianfrancesco

24% attività
16% attualità
4% socialità
ROMA (RM)
ALATRI (FR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2019
Salve
Ci sono molti farmaci per l’ipertrofia prostatica e con diversi gradi di effetti collaterali, c’è solo da identificare quello giusto.
Distinti saluti
Dr. Luca Di Gianfrancesco

[#2] dopo  
Utente 173XXX

La ringrazio, dottore! Seguirò il Suo consiglio suggerendo a papà di riparlarne col suo urologo di fiducia

[#3]  
Dr. Luca Di Gianfrancesco

24% attività
16% attualità
4% socialità
ROMA (RM)
ALATRI (FR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2019
Salve
Di nulla.
Distinti saluti
Dr. Luca Di Gianfrancesco