Quale terapia posso utilizzare per far assorbire l’idrocele?

Ho fatto un ecografia stamattina poiché avevo dolore al testicolo destro in seguito all’utilizzo di un pantalone molto stretto sul cavallo.
La diagnosi è stata: didimo in sede normale per dimensione e struttura ed ecostruttura, assenti LOS, quota di idrocele bilaterale.
Cosa consigliate di fare?
Ho un lieve dolore che varia in base alla posizione del corpo e a tratti fastidì.
Ci sono dei medicinali?
Antinfiammatorio o antibiotico o pomata?
O integratori?
O intervento chirurgico o con aspirazione del liquido tramite ago?

Nell’attesa distinti saluti.
[#1]
Dr. Paolo Piana Urologo 27k 1,3k 15
Non vi sono terapie farmacologiche in grado di far riassorbire un idrocele una volta che si è formato. D'altro canto, una modesta falda di idrocele non può essere causa di alcun disturbo e anche raccolte di grosse dimensioni non causano propriamente dolore, ma unicamente senso di peso ed impaccio nei movimenti per contrasto con la radice delle cosce. In questi casi, ma parliamo di raccolte di volume considerevole (es. 10 cm ed oltre) le indicazioni sono unicamente chirurgiche. L'idrocele non si aspira mai per puntura (tranne che in casi eccezionali), poichè sarebbe destinato a riformarsi velocemente ed anche in modo ancora più cospicuo. Inoltre la puntura potrebbe complicare la situazione dal punto di vista infettivo.

Dr. Paolo Piana
Responsabile Trattamento Calcolosi Urinaria A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.paolopianaurologo.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Questo idrocele si assorbirà ? Visto e considerato che non ho dolore eccessivo e svolgo tranquillamente attività fisica e tra l’alto il medico mi ha detto di prendere antinfiammatorio e di stare tranquillo . Non ha neanche detto quanto ce ne perché non è eccessivo .
[#3]
Dr. Paolo Piana Urologo 27k 1,3k 15
Ad essere realisti, diremmo che difficilmente si riassorbirà, anzi il destino degli idroceli (che non siano proprio modestissimi) è quello di aumentare di volume nel lungo periodo (molti anni) anche senza essere destinati a dare particolare fastidio. La necessità di operare è tutto sommato non così frequente. L'unico consiglio che ci permettiamo di darle è quello di indossare sempre mutande elastiche aderenti, per tenere lo scroto il più fermo possibile e sollvato da conflitto con la radice delle cosce. Questo tantopiù nel corso dell'attività fisica.

Dr. Paolo Piana
Responsabile Trattamento Calcolosi Urinaria A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.paolopianaurologo.it

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio