Quale strada prendere?

Salve ho 28 anni e da circa un anno soffro di bruciore a livello di uretra insieme all’ano ultimamente che si manifesta in modo leggero alla missione ma in modo più forte dopo eiaculazione e anche durante... periodi anche a riposo ho bruciore molto fastidioso...Ho fatto tutti gli esami urinocultura spermiocoltura tamponi uretrali e visita urologica con ecografia.
Tutto esito negativo.
Qualche anno fa ho avuto la candida e clamidia ma nn insieme e più anni addietro stafilococco tutti trattati con farmaci appositi... Il bruciore si manifesta sia a riposo che durante la minzione e anche durante eiaculazione.
dopo un rapporto ho dolore al pene... Non so più cosa fare e a chi rivolgermi...Ho fatto diverse visite da urologo e andrologo... L ultima visita fatta circa 2 settimane fa mi è stato prescritto L integratore peaprostil 600 ma non ha cambiato nulla, L urologo/andrologo ha detto che non servono antibiotici...fatto sta che che il problema me lo porto dietro da un anno vorrei magari sapere la strada da percorrere...in un anno ho fatto circa 6 visite...Devo fare esami specifici o altre visite?
grazie
[#1]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,8k 1,2k 1k
Gentile lettore,


quando sono presenti queste "problematiche urologiche , oltre alle indicazioni mirate terapeutiche che solo il suo urologo od andrologo le può dare, utile seguire anche alcune indicazioni di tipo dietetico-comportamentale:

1) vita sessuale regolare, non lunghi periodi di astinenza;

2) limitare l'assunzione di alcuni alimenti tipo cioccolato, uova, frutta secca, formaggi stagionati, ecc.;

3) lo stesso vale per le bevande come il caffè, il tè, le bibite gassate od alcoliche;

4) altra cosa importante è bere con intelligenza ad esempio durante tutto l'arco della giornata sono consigliati almeno 2 3 litri di liquidi, soprattutto acqua (se non esistono altre controindicazioni di ordine generale), smettendo però di bere almeno tre-quattro ore prima di andare a letto;

5) combattere la stitichezza quindi fare una dieta ricca di fibre e praticare una regolare attività fisica;

6) se si fuma, spegnere la sigaretta perché la nicotina ha un'azione irritante sulla vescica;

7) tenere d'occhio la bilancia;

8) infine ultimo consiglio, ma non meno importante, quello di ascoltare sempre attentamente il proprio medico di famiglia e lo specialista urologo che la stanno seguendo.
Si ricordi comunque che sempre la visita medica rappresenta il solo strumento diagnostico per poterle dare un’indicazione terapeutica corretta e che i consigli forniti via internet vanno sempre intesi come meri suggerimenti di comportamento.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio