Enterococco fecale nelle urine

Gentilissimi,
sono una donna di 39 anni.
ho fatto un esame delle urine dal quale si evincono i seguenti valori sballati:
Leucociti (esterasi): Presenti (VALORE DI RIFERIMENTO assenti)
Leucociti 126: (VALORE DI RIFERIMENTO 0-15)
Flora batterica: 244 (VALORE DI RIFERIMENTO 0-50)
Note: rari cristalli ossalato di calcio

Il giorno seguente ho fatto urinocoltura in un altro centro e il risultato è positiva all'enterococco fecale, con carica batterica 300.000 cfu/ml.


L'enterococco fecale mi era stato già individuato 5 mesi fa attraverso un tampone cervicale, curato con antibiotico.


Secondo voi basta fare una cura di Ciproxin per 6 giorni (nell'antibiogramma il principio attivo risulta sensibile)?
Mi preoccupano i globuli bianchi.
Grazie mille per le eventuali risposte
[#1]
Dr. Paolo Piana Urologo 26,9k 1,3k 15
L'enterococco è un batterio di chiara origine intestinale. Ha un senso trattarlo con antibiotici nella misura in cui sia causa definita di disturbi alle basse vie urinarie, ma assai più saggio è cercare di limitarne la migrazione, in genere causata da una cattiva funzione intestinale (es. stitichezza o diarrea).

Dr. Paolo Piana
Responsabile Trattamento Calcolosi Urinaria A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.paolopianaurologo.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Dottore innanzitutto la ringrazio per la risposta. Effettivamente negli ultimi mesi ho avuto qualche episodio di diarrea. Inoltre, spesso le feci sono di colore scuro. Pensa sia il caso di rivolgermi a un gastroenterologo?
Grazie ancora
[#3]
Dr. Paolo Piana Urologo 26,9k 1,3k 15
Diremmo proprio di sì.

Dr. Paolo Piana
Responsabile Trattamento Calcolosi Urinaria A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.paolopianaurologo.it

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio