x

x

Consulto non urgente grazie

Buongiorno
Senza urgenza vorrei togliermi una curiosità.
È possibile che il cuore faccia uno o qualche battito doloroso?
E la causa può essere una temporanea minore ossigenazione?
Vi spiego la scena con imbarazzo.
Stavo praticando la masturbazione (scusate) e quasi alla fine io trattengo un po’ il respiro.
Mi è capitato anche altre volte sempre nello stesso momento ma mi trovavo in ginocchio con lo sterno appoggiato al bordo di un tavolo (scusatemi di nuovo).
La sensazione è stata di dolore in corrispondenza ai battiti.
Per poco.
Poi respirando passa.
La penultima volta che mi è capitato al primo battito doloroso ho sentito come una sensazione di contorsione dolorosa interna che magari per sfortuna è stata talmente intensa che lasciava (ovviamente impossibile) pensare che il cuore si incastrasse in qualcosa in corrispondenza con battito.
Fermandosi e respirando tutto si sfuma e poi passa. Il giorno dopo resta qualcosa al risveglio di poco percettibile e poi stop.
È questo che mi lascia dubbioso.
Se fosse un dolore muscolare non durerebbe comunque un po’ di più.
Ad ogni modo so che dolori cardiaci temibili hanno caratteristiche ben diverse perche ne ho avuto modo di vedere in famiglia. Si può considerare un dolore cardiaco fisiologico da sforzo benigno?

Mi dispiace di avervi sottoposto particolari sgradevoli.
Vi chiedo scusa abbiate pazienza se potete.
Grazie
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 85,2k 3k 2
I suoi sintomi non sono di pertinenza cardiaca

Arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie per avermi ascoltato nonostante le cose che ho detto
[#3]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno posso chiedere la cortesia di farmi spostare questo consulto in urologia? C'è un malfunzionamento con un pc che sto utilizzando provvisoriamente o col sito e me lo fa scrivere solo su questo consulto. Avrei una certa urgenza Chiedo scusa per il disturbo mi dispiace.
Buongiorno avrei questo quesito per lo specialista urologo.
Vi chiedo gentilmente, senza fretta, di ascoltarmi perché sono uno studente e in questo momento avrei molte spese impreviste.
Dovrei effettuare una ecografia ai testicoli e poi una visita urologica.
Mesi fa avevo fatto il tutto privatamente.
Ossia era l'urologo e non il radiologo ad effettuare l'eco.
Ma l'ecografia non funzionava correttamente e mi è stato rilasciato l'esito senza immagini e comunque già durante la visita mi sono stati segnalati malfunzionamenti durante l'esecuzione.

Vengo alla domanda.
In questo momento devo essere richiamato da un centro per confermare la prenotazione di un'eco (non privatamente).
L'eco verrebbe eseguita da medico radiologo.
Mi trovo in Lombardia e c'è invece, vicino a quel centro, un altro centro medico per diagnostica per immagini con tecnologie molto avanzate.
Questo solo privatamente.
SI occupa solo di diagnostica e punta tutto sulla tecnologia.
E i radiologi sono in gamba.
Ho chiesto quanto costerebbe un'eco e mi hanno detto a partire da 185 euro.
Il parere onesto che vi chiedo è se vale la pena.
Se dite di sì, in qualche modo lo farò.
Durante la scorsa eco mi è stato detto (spero pourparler) che con una RMN potrei trovare esiti che all'eco non si sono visti.
Ma non mi è stata consigliata.
Mi è stato invece detto di ripetere eco.
Magari utilizzando un'eco molto tecnologica posso evitare il riscaldamento della RMN e vedere se ci sono problemi non individuati in precedenza ai testicoli

Perdonatemi la lunghezza vi prego
Cordialità e grazie
[#4]
Dr. Paolo Piana Urologo 30,6k 1,4k 15
Pensiamo di averle già risposto in seguito ad un'altra richiesta, la invitiamo a non inoltrare la stessa richiesta a sezioni diverse.

L'ecografia è un accertamento di diagnostica per immagini la cui competenza specifica è dello specialista in radiologia. L'urologo esegue l'ecografia come supporto a procedure operative (es. biopsie, trattamento di calcoli, ecc.) ma noi siamo fermamente convinti che una buona ecografia diagnostica debba essere eseguita solo dal radiologo. Comunque si tratta di un accertamento dinamico la cui interpretazione è possibile solo a chi la sta eseguendo in quel momento, non vi è alcuna possibilità di valutazione a posteriori (come altri esami radiologici, TAC, ecc.) pertanto bisogna avere necessariamente fiducia nel referto. Sulla qualità dell'esame possono comunque influire l'esperieza dell'operatore ed il tipo di apparechiatura utilizzata. La risonanza magnetica ha in urologia indicazioni molto specifiche, tra le quali oggi non vi è la valutazioni dei testicoli, se non forse in situazioni particolarmente complesse.

Dr. Paolo Piana
Medico Chirurgo - Specialista in Urologia
Trattamento integrato della Calcolosi Urinaria
www.paolopianaurologo.it

[#5]
dopo
Utente
Utente
Va bene ringrazio il gentile cardiologo innanzitutto. Lei dott piana non mi rimproveri però. La ringrazio della risposta

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio