Prostatectomia radicale e psa

Sono stato operato di prostatectomia radicale robot assistita con linfoadenectomia pelvica bilaterale.

Dopo 30 gg.
dall'intervento il PSA ha dato un valore di 0, 449 ng/ml e quindi non sembra completamente azzerato.

Gradirei una Vs.
valutazione su questo valore.

Grazie
[#1]
Prof. Filippo Alongi Radioterapista 2k 118 17
Carissimo,

il valore non è ottimale. In caso di prostatectomia radicale il PSA deve azzerarsi definitivamente.

Le consiglio di ripetere un PSA entro altri 45 giorni. Se persiste o aumentato consulterei un oncologo radioterapsita per valutare il proseguo delle cure che potrebbero includere un esame (PET PSMA) ed una eventuale radioterapia di salvataggio precoce.
Ricordo infatti che in caso di PSA ripetutamente dosabile (sopra 0.20ng/mL) dopo l'intervento chirurgico si può decretare una recidivia biochimica che implica la valutazione tempestiva di una radioterapia che sterilizzi la sede di presunta recidiva/persistenza( molto frequententemente ancora in loggia prostatica). I tassi di risposta sono ottimali se effettuata immediatamente piuttosto che differita a valori più alti, quando la radioterapia perde già in parte la possibilità di eradicare la malattia mircorscopica persistente/residua in loco.

Rimango inolte disponibile a valutatare il suo caso più specificamente per via telematia o tramite consulto in sede.

Prof. Filippo Alongi
Professore associato di Radioterapia
Direttore Dip. Radioterapia Oncologica Avanzata, IRCCS S.Cuore Don Calabria di Negrar(Ver

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test