Integratori killer?!

Dr. Serafino Pietro MarcolongoData pubblicazione: 18 aprile 2012

“Gli integratori dietetici sono sostanze chimiche non definibili come le vitamine o i minerali; eppure sono supplementi nutrizionali. Molti di essi ipotizzano effetti tangibili sull'organismo, ma fino ad ora non si ha certezza assoluta sull'efficacia e sulla sicurezza se presi per integrare la dieta. Ipotesi sui benefici o sui vantaggi vanno al di là di ciò che può essere provato a tutt'oggi...”

Iniziava così una mia news pubblicata proprio su questo sito ad agosto dello scorso anno.

E’ recente l'esito di una revisione sistematica Cochrane secondo cui il beta-carotene e la vitamina E sembra aumentino la mortalità, come pure le dosi più elevate di vitamina A!

Lo studio è stato realizzato da un gruppo internazionale di scienziati guidati da Goran Bjelakovic dell'università di Nis (Serbia) su un totale di 296.707 partecipanti basato sul confronto fra l'uso di un integratore antiossidante (beta-carotene, vitamina A, vitamina C, vitamina E, e selenio) e un placebo o l'assenza di intervento.

Si è potuto così accertare che la somministrazione di integratori antiossidanti ha determinato un significativo aumento della mortalità con l'uso di beta-carotene e vitamina E ed A, ma non di vitamina C o selenio. 

Viene confermato ancora una volta che questo tipo di prodotti dovrebbe essere considerato alla stregua dei farmaci e andrebbe sottoposto a un'adeguata valutazione da parte del Medico prima di essere immesso sul mercato per l'impiego da parte della popolazione generale e venduto come semplice prodotto da banco.

 

Fonte:

Cochrane Database Syst Rev, 2012 Mar 14;3:CD007176

 

Per approfondire:

https://www.medicitalia.it/blog/scienza-dell-alimentazione/1249-gli-integratori-dietetici.html

 

 

Autore

serafinopietromarcolongo
Dr. Serafino Pietro Marcolongo Dietologo, Medico estetico

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1992 presso Università degli Studi La Sapienza Roma.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Foggia tesserino n° 4778.

13 commenti

#1
Utente 254XXX
Utente 254XXX

Egregio dottore, come orientarsi in questa giungla di integratori così pubblicizzati e immessi sul mercato senza controllo alcuno? La notizia mi spaventa! Ho sempre saputo che l'uso di beta-carotene facesse bene alla salute, ma, come spesso succede, dopo un po' di anni arrivano le smentite. Quindi, per chi come me in passato ne ha fatto uso, rimangono i dubbi, i ma e i perché. Resta anche il fatto che il parere di voi medici spesso è discordante, per cui è difficile sapere qual è la via giusta da seguire. Cordiali saluti.

#2

Gent. utente,
comprendo il Suo disorientamento su uno dei temi più spinosi che, da anni, si sta cercando di chiarire: gli integratori.
In effetti, l'argomento è fortemente dibattutto anche tra noi Medici come potrà leggere
https://www.medicitalia.it/blog/scienza-dell-alimentazione/1249-gli-integratori-dietetici.html

Ma tutti noi, all'unisono, siamo concordi su un punto fermo: gli integratori devono SEMPRE essere consigliati e prescritti dal Medico dopo attenta valutazione del singolo paziente!

Il vero problema, quindi, è la libera vendita (farmacie, parafarmacie, erboristerie, internet, porta a porta...)di questi prodotti che il Legislatore non ha ancora catalogato autorizzandone, tra l'altro, l'acquisto da parte di tutti...senza ricetta medica.

Da qui il consiglio di parlarne sempre prima col proprio Medico e capire quanto possa servire assumere prodotti che non sempre aiutano a star meglio.

Ringrazio per essere intervenuto e La saluto cordialmente.

#3
Utente 254XXX
Utente 254XXX

La ringrazio per la risposta molto esaustiva! D'ora in poi mi rivolgerò sempre al mio Medico di fiducia. Cordiali saluti.

#4
Utente 258XXX
Utente 258XXX

Egregio Dottore, al di là del fatto che il buon senso imponga a chi ha una patologia importante di rivolgersi comunque al proprio Curante prima di iniziare ad assumere particolari sostanze, ma un controllo da parte del ministero della salute non cè già approvando l'etichetta del prodotto su cui sono indicate le modalità di assunzione da trasmettere al consumatore? Anche per il modo con cui sono presentate particolari proprietà il produttore dovrebbe attenersi a determinate regole. O siamo noi Italiani che non li utilizziamo nel modo corretto ( senza attenerci alle indicazioni sull'etichetta)?

#5

Gent. utente,

intanto La ringrazio per essere intervenuto in questo spazio.

La Sua osservazione è giustissima...ma non dobbiamo dimenticare che questi prodotti possono essere acquistati liberamente nelle farmacie e parafarmacie, oltre che in molti centri commerciali e sul web senza ricetta medica e, addirittura, senza aver sentito prima il parere di un Medico.

Se il produttore ha il dovere di elencare i principi attivi, le finalità del prodotto e la posologia...non esiste, però, il buon senso da parte del "consumatore" di accertare quando sia necessario utilizzare integratori per ottenere i vantaggi descritti nel bugiardino e quando iniziano, invece, i rischi e la pericolosità che possono derivare dall'utilizzo eccessivo di certe sostanze.

Quindi, dovrebbe essere un dovere anche per tutti sentire sempre il parere del Medico.

Cordiali saluti.

#6
Utente 301XXX
Utente 301XXX

Salve Dr. Serafino Pietro Marcolongo, la pensa cosi anche per un multivitaminico-minerale (che quindi non reintegra megadosi di vitamine-minerali) in persone che non hanno una alimentazione del tutto corretta e variegata? (ameno, non ancora)

#7

Assolutamente no, a patto che esista la reale necessità di assumere un integratore e che il suo utilizzo, per posologia e durata, sia consigliato dal Medico!

Non dimentichiamo che la regola generale è quella di privilegiare i prodotti alimentari semplici, freschi e di stagione. Quando per vari motivi questo non è possibile spetta al Medico individuare le giuste alternative, senza mai dimenticare che già nel lontano XVI secolo Paracelso diceva:"E' la dose che fa il veleno!"

Grazie del Suo intervento.
Cordiali saluti.

#8
Utente 258XXX
Utente 258XXX

Ecco l'ultimo!

28 novembre 2013
Categoria: Aziendali
INTEGRATORI ALIMENTARI: ALLARME EPATITE

Una nota del Ministero della Salute del 16 novembre 2013 segnala n. 62 casi di epatite non virale diffusasi negli Stati Uniti, un caso in Irlanda e due in Nuova Zelanda. Il manifestarsi della malattia è legata all’assunzione dei sottoriportati integratori alimentari:
OxiELITE Pro Super Thermo Capsules
OxiELITE Pro Ulta Intense Thermo Capsules
OxiELITE Pro Super Thermo Powder and VERSA-1
.
La FDA americana, visti i consistenti dati epidemiologici, ha intimato l’azienda USP Labs, produttrice degli integratori, ad un ritiro forzato dedei prodotti dal mercato.Dalle indagini sinora effettuate a livello nazionale, regionale e dei Servizi Igiene Alimenti e Nutrizione delle Aziende ULSS sulla loro eventuale commercializzazione sul mercato, risulta che i prodotti non sono venduti al dettaglio ma attraverso operatori on line. Il Ministero della Salute invita i consumatori ad astenersi dall’acquisto e dal consumo dei suddetti prodotti, qualora dovessero reperirli in internet o attraverso altri canali di acquisto o qualora ne fossero già in possesso.

#9
Utente 301XXX
Utente 301XXX

per quanto riguarda invece gli integratori alimentari naturali invece?
ad esempio per una carenza di vitamina B, vanno bene lievito di birra essiccato, germe di grano, lecitina di soia e fegato in polvere?
andrebbero presi tutti insieme o va bene anche solo 1 o 2 di questi?
perchè so che le vitamine B in eccesso non creano danni, ma che per "funzionare" devono essere presenti tutte le diverse vitamine del gruppo B giusto?

#10

Gent. Utente 258701,

intanto La ringrazio per questa interessante segnalazione.

A completamento di quanto trascritto, Le sarei grato se potesse riportare il link o la fonte di questa notizia...considerato il marchio commerciale che ha esplicitamente menzionato e, a quanto pare, coinvolto in questo "intrigo" internazionale.

Cordialmente.

#12
Utente 258XXX
Utente 258XXX

Dr. Serafino, Le riporto il percorso per accedere alla notizia
 
home del ministero della salute italiano>News e media > Notizie >Notizie dal Ministero > Casi di epatite non virale legati all'assunzione degli integratori alimentari OxyELITE Pro

ma è possibile trovarla come notizia in evidenza anche in alcuni siti web delle ASL.

Cordiali saluti.

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Vuoi ricevere aggiornamenti in Scienza dell'alimentazione?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.