Voglio ribadire un concetto fondamentale sull'uso dei contraccettivi ormonali, perchè sono numerosi i consulti sulla opportunità della sospensione periodica della pillola.

L'idea di dover interrompere la pillola periodicamente, continua ad avere gravi conseguenze come l' aumento delle gravidanze indesiderate e il possibile ricorso alla IVG.

E' vero anche che un gran numero di concepimenti indesiderati si verifica quando i metodo di controllo della fertilità vengono usati incostantemente o in modo scorretto. questo fenomeno è stato denominato " WEUP" - wilful exposure to unwanted pregnancy ( esposizione volontaria a una gravidanza indesiderata) di solito correlato a motivi conflittuali.

NON ESISTE prova di effetti cumulativi dei contraccettivi ormonali anche dopo moltissimi anni d'uso e deve essere considerato un ERRORE l'interruzione periodica dei contraccettivi orali senza precisa indicazione medica o motivazione soggettiva.

Non esistono neppure basi scientifiche per limitare nel tempo l'uso dei CO per coloro che non possiedono  CONTROINDICAZIONI REALI , che non accusano disturbi e che non presentano variazioni dei parametri biochimici di laboratorio.Le donne che hanno sospeso la pillola impiegano 2-3 mesi in più a concepire rispetto a chi  non ne ha fatto uso, probabilmente per ritardo dell'ovulazione nei primi cicli dopo la sospensione.