Utente 126XXX
Il quesito che le pongo non riguarda me, ma una mia parente di 49aa.
Circa due anni fa è stata sottoposta ad una quadrantectomia al seno sx con asportazione dei linfonodi ascellari. Dall'esame istologico fatto è risultanto essere un cancro di tipo NAS, con grading G2. La terapia seguita è stata un ciclo di radioterapia e terapia ormonale che tuttora effettua con tamoxifene ed enantone ogni 3 mesi.
la paziente viene sottoposta a regolari controlli periodici. ad uno di questi controlli effettuati la scorsa settimana è stata eseguita una scintigrafia ossea, un ecografia addominale e una risonanza magnetica mammaria con mezzo di contrasto.
Nel referto della scintigrafia ossea e dell'ecografia è tutto nella norma. Ma leggendo il referto della risonanza c'è qualcosa che non mi convince.


referto RM MAMMARIA BILATERALE CON MDC:
Esame eseguito a strati sottili, con paziente in posizione prona e sequenze FSEfs T1 pesate secondo piani assiali e coronali, prima e dopo somministrazione ev di mdc paramgnetico (Gd-DTPA), sequenze VIBRANT HR2 basali ed in dinamica secondo pianni assiali, sequenze FSEfs T2 pesate secondo piani assiali.
Ricostruzioni con sottrazione di immagini,curve A/T, MIP.
Esiti di QUART a sinistra.
Le curve A/T ricavate in corrispondenza della cicatrice chirurgica ed a livello di qualche areola ad iperintensità di segnale dopo gadolinio, che persiste nelle immagini di sottrazione, sono del tipo a lenta crescita (indicative di assenza di neoangiogenesi).
A destra qualche formazione nodulare subcentimetrica con curve A/T del tipo a lenta crescita (indicative di assenza di neoangiogenesi).
Qualche piccolo linfonodo in sede ascellare destra.


In attesa di parlare con il suo oncologo, volevo sapere un vostro parere.


possono essere nuove neoplasie? c'è da preoccuparsi? e per il linfonodo a destra?

Grazie mille per la risposta.
[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
LECCO (LC)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Dica di parlare tranquillamente con l'oncologo che la rassicurerà senz'altro anche se il referto poteva essere più chiaro per chi legge.