Utente 247XXX
Salve, ho 31 e soffro sin dai primi mesi di vita di dermatite atopica associata a bronchite asmatica nel periodo dell'infanzia e allergia agli acari della polvere tuttora.
Nel corso degli anni ho notato un evolversi della DA, inizialmente interessava soprattutto il viso, poi si sono aggiunte le mani, le braccia, le gambe e negli ultimi tre anni purtroppo le palpebre che diventano secche, gli occhi prudono e diventano sensibili alla luce.
Ho sempre tollerato bene o male la DA ma proprio l'aggiunta del fastidio agli occhi è diventato insostenibile anche dal punto di vista sociale.
Oltre ai basilari accorgimenti di mantenere la pelle idratata e di non esporla agli agenti irritanti ho provato un pò di tutto: cerco di non abusarne ma per la pelle l'unica soluzione è il cortisone; mentre per gli occhi uso antistaminici in compresse e localmente la Topialyse Palpebral nei periodi critici e Bionike come mantenimento.
E infine la cura che preferisco: il sole!
Nel periodo estivo la mia pelle è perfetta, uso protettivi solari molto alti perchè ho delle efelidi in viso ma probabilmente i raggi "buoni" passano e il tutto giova alla DA.
Purtroppo si avvicina il mese che temo, infatti a novembre inizia il dramma e vorrei agire prima che sia troppo tardi.
Ho sentito parlare della fototerapia, cosa ne pensate? Ha controindicazioni?
Sapreste indicarmi un dermatologo o un centro a Cagliari al quale potermi rivolgere per una visita ed eventuale terapia?
Vi ringrazio, cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
0% attualità
20% socialità
TORTONA (AL)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2005
Salve,
la dermatite atopica è un'entità piutosto complessa. Nel suo caso, oltre all'applicazione di creme ad hoc e uso di detergenti adfatti, la fototerapia potrebbe essere una eccellente terapia, associandola al resto.
Le consiglio l'utilizzo dei raggi UVB Narrow band, a banda stretta. Credo che a Cagliari ci debba essere una quaòlche posto che gli effettua. Sii rivolga alla clinica dermatologica, dove le daranno tutte le indicazioni del caso.

saluti

Mocci
[#2] dopo  
Utente 247XXX

Iscritto dal 2007
La ringrazio per le indicazioni.
Un ultimo consiglio se possibile: se dovesse arrivare nuovamente la secchezza alle palpebre accompagnata da prurito agli occhi con sensazione di corpo estraneo, bordi delle palpebre arrossati, fotofobia, filamenti nell'occhio, a chi mi dovrei rivolgere? Ad un dermatologo, ad un'oculista o ad entrambi?
Grazie per il servizio che offrite!
La saluto cordialmente
[#3] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
0% attualità
20% socialità
TORTONA (AL)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2005
Il versante strettamente oculare lo valuta un oculista, ma ciò che è mucosa e cute è, ovviamente, del dermatologo.

saluti

Mocci
[#4] dopo  
Utente 247XXX

Iscritto dal 2007
grazie