Utente 267XXX
Gentili Dottori,

Sono un ragazzo di 25 anni,so che il titolo della mia domanda,si addice più alla specialità oculista,ma credo che io necessiti più di un parere dermatologico.
Soffro di blefarocongiuntivite da circa 10 anni!!Diciamo che la maggior parte degli oculisti che mi hanno visitato(veramente tanti)mi hanno detto, che le mie ghiandole di meibomio(ghiandole sebacee) hanno una produzione sebacea maggiore e anomala,rispetto al normale,così la mia lacrima tende ad evaporare più facilmente,da qui i problemi di occhio secco,infiammazione,calazi,secrezione mucosa..ecc ecc!!
E questi sono casi che spesso si associano a rosacea...patologia di cui ho sofferto,la quale si è presentata nella zona centrale del volto(per circa tre anni,dai 15 ai 18)curata con applicazioni topiche di metronidazolo 1%,patologia a carattere ereditario(mio padre e mio zio soffrono tuttora di rinofima)!!

Al contempo presento anche dermatite seborroica ai lati del naso,sulla barba,sulle sopracciglia e sul cuoio capelluto!

Nel mio corso di studi(Farmacia) mi sono imbattuto nello studio della biotina,che è un seboregolatore,così ho deciso di provarla, e devo dire che dopo due settimane, sta funzionando egregiamente per il problema oculare(che più mi assilla)e sta curando bene anche la dermatite seborroica.(risultanti sorprendenti)

Scusate se mi sono dilungato,arrivo alla domanda, avete qualche altro seboregolatore magari più potente da consigliarmi??preferisco sistemico,dato che qualsiasi collirio o pomata che applico ai miei occhi,peggiora la mia situazione.Sono a conoscenza dell'isotretinoina ma credo che il gioco non valga la candela.. Comunque ogni consiglio sarà ben accetto.

p.s. assumo biotina 5mg due volte al dì

Grazie per L'attenzione

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
salve,
purtroppo,saprà, se è pratico del sito, che per correttezza e per autoregolamentazione da questo sito non si fanno diagnosi nè, tantomeno, si prescrivono terapie, ma si danno indoicazioni di carattere perloppiù generale.
Direi che, anche se autoprescritta, se la sua terapia sta funzionando non c'è motivo di variarla. Sono però convinto che la prescrizione di un buon trattamento topico sarebbe veramente giovevole nel suo caso. Le consiglio quuindi di rivolgersi ad un buon specialista cghhe completi la terapia che già effetua.
saluti

mocci