Utente 369XXX
Durante questo mese ho assunto 3/ 4 pasticche di LECITINA DI SOIA e 5/ 6 ELEUTEROCOCCO e di preciso:

" Tonic effe 12 flaconi
Integratore alimentare a base di Eleuterococco, Noni e Rodiola. Può essere utile come adattogeno grazie alla presenza di estratti vegetali noti per le loro proprietà tonico stimolanti.
Eleuterococco (Eleutherococcus senticosus Maxim) radice e.s., Noni (Morinda citrifolia L.) e.s. titolato al 15% in polisaccaridi, Rodiola (Rhodiola rosea L.) radice e.s. titolato al 3% in salidroside.
Si consiglia l'assunzione al mattino di un flaconcino al giorno, come tale o diluito in acqua o succhi di frutta."

Ora io assumo la pillola anticoncezionale YASMIN e non mi sono preoccupata minimamente perchè credevo fossero prodotti totalmente naturali e non farmaci, ma poi qualcuno mi ha detto che effettivamente potrebbero avere interazioni.... SONO A RISCHIO?????

Sono ultrapreoccupata, fatemi sapere presto per favore, grazie!
[#1] dopo  
Dr.ssa Valentina Pontello
52% attività
4% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Non essendoci dati certi in merito, interrompa i fitoterapici per andare sul sicuro. Anche se sono piante, possono contenere principi attivi come i medicinali.
[#2] dopo  
Utente 369XXX

Iscritto dal 2007
Sinceramente spero di non aver fatto una scemata ....in ogni caso li ho presi sempre distanziati e mai insieme...

Certo che non mi spiego come mai sul foglio illustrativo della pillola, non vengono riportati questi rischi come per esempio per il carbone vegetale.

Visto che comunque ho avuto rapporti, incrocio le dita e spero seriamente che non sia accaduto nulla. Se sapete dell'altro informatemi per favore!

... in ogni caso, mi pare che non vi siano stati casi di gravidanza in merito giusto?
[#3] dopo  
Dr.ssa Valentina Pontello
52% attività
4% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Averli presi distanziati non ha alcun significato, perchè il meccanismo dell'eventuale interferenza è quello dell'attivazione del metabolismo epatico, per cui il fegato "brucia" la pillola prima che entri in circolo.