Utente 971XXX
Salve sono una donna di 46 anni. Ormai da 5-6 mesi ho risolto un problema con una alopecia areata che durava da circa tre anni. Le terapie sono state prevalentemente steroidee a volte sistemiche ma soprattutto topiche (olux schiuma e anche minoxidil). Mi è successo però che subito dopo aver completamente risolto il problema, senza avere più ricadute, e quindi aver sospeso adeguatamente qst terapie mi è subentrato un altro problema dermatologico non so se di tipo allergico. Comunque ho fatto gli esami del sangue completi per le allergie (IGE, inalanti, alimenti etc) e sono negativi. I sintomi sono iniziati con degli attacchi di prurito dietro le orecchie e sul collo e poi si sono allargati in svariate parti del corpo. Di solito ho forte prurito in una/due zone più che in diverse zone contemporaneamente soprattutto la sera e anche la notte. Spesso sono presenti, ma non sempre, eruzioni cutanee tipo piccoli brufoli rossi che appena mi gratto si trasformano in una chiazza rossa un pò gonfia e mi sento come un "gran fuoco" nella parte interessata. Ho notato che il contatto con la lana mi da particolarmente fastidio ma pur prendendo i dovuti provvedimenti in proposito il problema non è migliorato più di tanto. Non riesco davvero a individuare cosa possa provocarmi qst attacchi di prurito visto che le parti interessate sono svariate (anche se il collo e dietro le orecchie mi sembrano le parti più "deboli") e magari un indumento (ad es. un pantalone o una maglia) che un giorno può sembrare la causa? il giorno dopo non mi fa più niente. Prendendo gli antistaminici il prurito ovviamente si allevia molto. Vi sembrano sintomi da attribuire ad una qualche allergia? E' possibile che abbia avuto una forte sensibilizzazione da farmaci con le terapie relative all'alopecia e che magari mi serve solo un pò di tempo x "depurarmi"?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Stefano Battaglini
36% attività
0% attualità
12% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
gentile signora, quando un prurito si protrae per un lungo periodo di tempo è sempre bene "allargare" il pannello di esami da eseguire e non limitarsi esclusivamente ad esami che valutino l'eventuale presenza di una forma allergica. Si affidi ad un dermatologo che le saprà indicare il da farsi. Personalmente non metterei in relazione l'alopecia e la terapia effettuata per la sua cura con il suo prurito. Cordiali saluti