Registrati | Recupera password
0/0

Le categorie protette avrei più possibilità

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente donna
    Iscritto dal
    2012

    Le categorie protette avrei più possibilità

    Buon giorno
    Volevo sapere se con una diagnosi di depressione maggiore e bulimia nervosa con marcata riduzione della qualità della vità socio lavorativa e pensieri di fallimento accompagnati da rabbia e frustrazione ed attualmente in cura con prozac 60 mg al giorno e lexotan al bisogno, io possa ottenere la percentuale del 46% per far parte delle categorie protette.
    Aggiungo ke ho 31 anni e sono stata operata 3 volte per un tumore muccinoso borderline all'ovaio, ora in stadiazione e ho anche avuto un grave incidente stradale che mi ha recato vari danni alla schiena.
    Io faccio domanda per l'invalidità perchè non è facile per chi ha problemi di depressione trovare un lavoro e magari con le categorie protette avrei più possibilità.
    Grazie per l'attenzione
    Cordiali saluti



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 140 Medico specialista in: Psichiatria

    Risponde dal
    2010
    Gentile utente,
    per quanto riguarda in modo specifico il disturrbo psichico ("Depressione Maggiore", "Bulimia Nervosa"), dalla mia esperienza, non sono sufficienti e non vengono valutate ai fini dell'invalidità ciivile solo le diagnosi, ed i sintomi specifici ("marcata riduzione della qualità della vità socio lavorativa e pensieri di fallimento accompagnati da rabbia e frustrazione"). E' importante anche la prospettiva di guaribilità o, viceversa, le aspettative ridotte di questa e la cronicità della condizione (da quanti anni si trova in questa condizione ? da quanto tempo segue l'attuale terapia ? ci sono stati gli altri tentativi di cura ? ha la storia dei ricoveri per motivi di tali patologie ?). Questi aspetti verrebbero descritti in una relazione medica specialistica.. Ed è importante anche l'effettivo grado di menomazione che deriva da tale condizione (se è cronica, se è considerata immodificabile): anche questa va descritta e certificata da un medico specialista in ambito.

    Nota: la Bulimia Nervosa è una condizione più curabile rispetto alla Depressione Maggiore. Dall'altra parte, l'alterazioni della condotta alimentare, più che un disturbo indipendente, può essere anche un "sintomo" della Depressione Maggiore.

    Tale documentazione specialistica può essere richiesta dal Suo medico di base il quale è la figura sanitaria che si occupa della presentazione della domanda in via ufficiale all'INPS.

    Idem: per quanto riguarda le altre malattie, servono le relazioni dei relativi specialisti.

    Vedo che Lei ha postato già una domanda similie nell'Area della Medicina Legale e delle Assicurazioni. Posso chiederLa perché ha deciso di rifare la Sua domanda (ed anche in un'altra area) ?



    Dr. Alex Aleksey Gukov
    www.psichiatriagenova.tk
    www.proiettivo.tk

  3. #3
    Utente donna
    Iscritto dal
    2012
    Ho rifatto questa domanda perchè oggi ho avuto la relazione dello psichiatra.
    ho fatto altre cure con altri ansiolitici che peró non sono serviti a granchè, ormai sono 13 anni che ho alti e bassi ma la fase più acuta è in questo periodo ed è per questo che mi sono fatta fare il certificato.
    Faccio molta fatica a mantenere un lavoro nella situazione in cui sono e con le medicine che prendo



  4. #4
    Utente donna
    Iscritto dal
    2012
    Buon giorno
    Ho finito per ora tutte le visite mediche per la richiesta dell'invalidità civile e ora il medico legale mi farà una relazione.
    Secondo lei con:
    - tumore mucinoso borderline all'ovaio dx con impianti peritoneali, 3 interventi fatti, biopsie al fegato, esami continui da fare
    - fibromialgia
    - episodio depressivo maggiore cn bulimia nervosa
    - udito orecchio sx del 60%
    Cosa potrei riuscire ad ottenere....piu che sia mi interesserebbe il 46% per il collocam. obbligatorio

    Cordiali saluti



  5. #5
    Indice di partecipazione al sito: 140 Medico specialista in: Psichiatria

    Risponde dal
    2010
    Gentile utente,
    Le consiglio di chiedere un altro consulto su questo tema nella sezione di "Medicina Legale e delle Assicurazioni".


    Dr. Alex Aleksey Gukov
    www.psichiatriagenova.tk
    www.proiettivo.tk

  6. #6
    Indice di partecipazione al sito: 1277 Medico specialista in: Medicina legale e delle assicurazioni
    Igiene e medicina preventiva

    Risponde dal
    2009
    Gentile Signora,

    la sindrome depressiva rientra fra le voci descritte nella tabelle di menomazione allegata al DM Sanità del 5 febbraio 1992 e seguenti modificazioni.

    il punteggio dipende dal tipo di depressione (se endogena o reattiva) e dalla sua gravità con necessità o meno di assumere farmaci o psicoterapia

    2204 SINDROME DEPRESSIVA ENDOREATTIVA LIEVE 10%
    2205 SINDROME DEPRESSIVA ENDOREATTIVA MEDIA 25%
    2206 SINDROME DEPRESSIVA ENDOREATTIVA GRAVE 31% -> 40%
    2208 SINDROME DEPRESSIVA ENDOGENA LIEVE 30%
    2209 SINDROME DEPRESSIVA ENDOGENA MEDIA 41% -> 50%
    2210 SINDROME DEPRESSIVA ENDOGENA GRAVE 71% -> 80%

    Il suo psichiatra potrà dirle in quale voce eventualmente potrebbe essere classificata la sua patologia.

    Se si aggiunge il tumore mucinoso dell'ovaio, secondo me dovrebbe raggiungere e financo superare senza problemi la soglia minima di invalidità (46%) per avere diritto al collocamento protetto.
    Si ricordi, quando fa la domanda di invalidità civile, di chiedere anche la valutazione ai sensi della legge 68/99, se intende essere collocata al lavoro protetto.

    invalidità civile e L.104/92
    http://www.medico-legale.it/showPage.php?template=articoli&id=12
    http://www.medico-legale.it/showPage.php?template=articoli&id=5

    Buona giornata



    Mario Corcelli, MD
    Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
    http://www.medico-legale.it

  7. #7
    Utente donna
    Iscritto dal
    2012
    Buon giorno Dott. Corcelli
    Grazie per la risposta e volevo chiederle se anke l'episodio di depressione maggiore puó essere valutato, anche perchè ormai dormo 16 ore al giorno.

    Grazie e cordiali saluti



  8. #8
    Indice di partecipazione al sito: 1277 Medico specialista in: Medicina legale e delle assicurazioni
    Igiene e medicina preventiva

    Risponde dal
    2009
    deve chiedere al suo psichiatra in quale voce tabellata
    tra quelle sopra elencate,
    può rientrare la sua sindrome depressiva

    Buona giornata


    Mario Corcelli, MD
    Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
    http://www.medico-legale.it


Discussioni Simili

  1. Diabete, iperandrogenismo e sindrome dell'ovaio micropolicistico
    in Medicina legale e delle assicurazioni
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 05/07/2012, 16:29
  2. Disturbi ciclotimici
    in Medicina legale e delle assicurazioni
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 18/05/2012, 11:48
  3. Modello ss3
    in Medicina legale e delle assicurazioni
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 02/01/2013, 20:15
  4. Riconoscimento invalidità
    in Medicina legale e delle assicurazioni
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 14/01/2013, 21:32
  5. Mese di scadenza dell'assegno di invalidità civile
    in Medicina legale e delle assicurazioni
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 25/01/2013, 09:05
ultima modifica:  16/07/2014 - 0,14        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896