Utente 183XXX
Egr. Dott.
Il primo consulto era per mia nipote che fortunatamente si è risolto felicemente, ora tocca a me. Dopo un controllo occasionale di pressione (100-160) ho consultato un cardiologo dell?ASL, che mi ha diagnosticato ipertensione ed extrasistole ventricolare prescrivendomi: holter dinamico e terapia blopresid 32/12,5 mg. (mat.) e colver 12,5 mg. (sera).
Conclusioni del holter:
Ritmo sinusale a FC media: 59 bpm;
FC min.: 37 bpm alle ore 00:24;
FC max: 89 bpm alle ore 16:47.
Pause superiore a 2.5: 0
Frequenti battiti Ventricolari (2012; 88/h), con 2 coppie Ventricolari;
Eventi di trigeminismo Ventricolari 16.
Ectopia Sopraventicolare: 129, con 6 SV-Runs di cui uno condotto con aberranza e 3 Coppie SVE.
Totale Minuti Episodi ST: 0.
Dopo aver visto questi valori mi ha chiesto di fare ecg da sforzo al cicloergometro, che ho fatto successivamente con queste conclusioni:
Prova da sforzo submassimale per, FC, negativa per sintomi e segni ST suggestivi di ischemia miocardica inducibile ai carichi di lavoro raggiunti.
Extrasistolia ventricolare sporadica in basale più frequente in corso di stress talora a doppia morfologia con un evento di coppia monomorfa.
Buon incremento pressorio.
Regolare incremento pressorio.
E' stato raggiunto il 88% del carico di lavoro in watt teorico ( calcolato per età, BMI, sesso).
Dopo aver fatto questo esame per ulteriore sicurezza mi ha prescritto una Tomoscintigrafia miocardica dopo sforzo e a riposo e l'esito è il seguente:
Rilevazioni dopo stress: le immagini dopo stress mostrano un lieve deficit di perfusione del segmento antero-settale nei tagli apicali.
Rilevazioni a riposo: nelle immagini a riposo si evidenzia riperfusione dei segmenti deficitari dopo sforzo. Conclusioni:
Ischemia da sforzo in sede antero-settale riferibile, verosimilmente, ai rami marginali dell'IVA.
Adesso le chiedo se devo preoccuparmi di questa ischemia e se c'è bisogno di effettuare una coronografia per valutare la percentuale dell'occlusione.
Da premettere che non ho nessun sintomo né a livello cardiaco e né per le extrasistole anche se sono tante nelle 24 ore.
Cordiali Saluti
Umberto

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Direi che lei ha bisogno di capire cosa bisogna fare per il trattamento delle sue aritmie e se queste abbiano o meno una relazione con una ischemia coronarica (che và confermata) e se da trattare in maniera interventistica... per questi motivi le consiglio di eseguire la coronarografia che essendo l'indagine gold standard potrà fornire le risposte giuste..
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 183XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio per la risposta, seguirò il suo consiglio.
saluti
umberto
[#3] dopo  
Utente 183XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio per la risposta, seguirò il suo consiglio.
saluti
umberto