Utente 327XXX
Gent.li Drr.,
vorrei avere un VS/ parere, perché devo sostituire un ponte di tre elementi: (due incisivi centrali e quello subito dopo l'incisivo a dx). I tre denti sono stati devitalizzati negli anni 89/90 e ricostruiti nel 2004/05 in oro e ceramica. Ora mi é venuta una fistola sull'osso, al centro, e se le cure canalari reggono ancora, bene! altrimenti devo sostituire i tre elementi ed eliminare anche le radici, in pratica una sdentata!. Ora la domanda é questa:
é possibile che venga fatto un ponte che si agganci ai denti (canini o pre canini) laterali senza però andare a devitalizzarli? Quali materiali possono essere usati? il metal free regge? Vorrei evitare oro e ceramica ed anche l'implantologia...chido troppo! capisco anche che l'impianto mobile é antiestetico mah! se fosse necessario per non intaccare altri denti sani? me ne sono rimasti pochi di miei e non vorrei andare a limarne altri!! Cosa posso fare? Quale la scelta migliore? Spero possiate aiutarmi! Grazie, Anna Maria
[#1] dopo  
Dr. Armando Ponzi
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile paziente,
bisognerebbe avere maggiori informazioni per darle maggiori certezze, ma alcune indicazioni utili:
la fistola di solito riguarda un solo dente e quindi una eventuale estrazione ne riguarderebbe solo 1 e potrebbe decidere di fare un ponte con i 2 elementi residui.
Se non vuole utilizzare impianti la scelta obbligata è il ponte, in zirconia(che è un materiale estetico) è possibile ma deve avere un bravo dentista che ha un bravo tecnico.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 327XXX

Iscritto dal 2013
Dr. Ponzi, la ringrazio innanzitutto per la risposta, ma lo zirconio non posso usarlo perché mi ha dato dei grossi disturbi in un ponte precedente.
Può dirmi invece se la ceramica integrale e il metal free consentono buoni risultati? Sono materiali differenti? Cos'é meglio? Il dentista a cui mi sono rivolta è molto bravo, ma come lei sa é difficile capire se il tecnico lo é altrettanto, se non a lavoro compiuto!
E' per questo che mi sono rivolta a questo sito, per cercare di capire in prima persona quale può essere la strada migliore.....infine: i due o tre elementi residui si possono agganciare ai laterali? reggono?
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Armando Ponzi
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
Dovrebbe meglio specificare i denti coinvolti. Se il ponte è realizzabile solo con gli incisivi sarebbe la soluzione migliore: altrimenti vanno inclusi anche i canini. Lo zirconio, è una struttura che sorregge la ceramica, mentre le ceramiche integrali non vanno bene per i ponti.
L'unico materiale che si può, laddove vi siano le condizioni, è il disilicato di litio: ne può parlare col suo dentista di questa opzione.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 327XXX

Iscritto dal 2013
I denti sono tre (due incisivi e il dente successivo all'incisivo) pertanto si tratta di un ponte in estensione. Ceramica integrale e metal free sono la stessa cosa?Grazie Dr. Ponzi per il suo suggerimento, mi sarà certamente utile.
Cordiali saluti.
Anna Maria
[#5] dopo  
Dr. Armando Ponzi
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
Sono sinonimi ma non equivalenti: la ceramica integrale è metal free ma non va bene per i ponti mentre il disilicato è una ceramica metal free che può essere usata per piccoli ponti in zone analoghe alle sue.
[#6] dopo  
Utente 327XXX

Iscritto dal 2013
Grazie Dr. Ponzi,
leggo sul sito che esercita a Roma, la contatterò direttamente nel caso di necessità.
Buona serata.
Anna Maria
[#7] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
"lo zirconio non posso usarlo perché mi ha dato dei grossi disturbi in un ponte precedente."

Non è lo zirconio che le ha dato problemi, ma era il ponte fatto male.

Il ponte in estensione espone, dal punto di vista meccanico, a dei carichi mal sopportati dai denti residui.
Nei limiti del possibile vanno evitati "come la peste".
[#8] dopo  
Dr. Maurizio Macrì
36% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Gentile paziente, la zirconia non è materiale che può creare problemi, qualsiasi manufatto protesico mal realizzato, indipendentemente dal materiale utilizzato, può crearne. Le sconsiglio vivamente una protesi con elemento in estensione anche se sul settore anteriore. Rientrano tra i materiali metal free tutte le ceramiche integrali prive di metallo tra cui anche la zirconia ceramica che è considerata una ceramica integrale per le sue proprietà cristalline. Se il collega e lei vogliono imbarcarsi nell'avventura di un ponte in ceramica integrale con elemento in estensione è proprio la zirconia il materiale più adatto in quanto più resistente. In alternativa alla zirconia non vedo che la allumina ceramica come capacità di resistenza biomeccanica. Cordiali saluti
[#9] dopo  
Utente 327XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno gentili dottori,
vi scrivo per avere un consulto su un ponte di quattro elementi in ceramica integrale, da mettere singolarmente sull'arcata inferiore sia a destra che a sinistra. Se non erro i denti interessati sono: il 4-5-6-7 (di cui il 5° e 6° sono monconi da inserire su impianti in titanio a dx) e gli altri due sono il 4° e il 7° (molare); a sx ho invece tre monconi e il 4° (canino!) in uno spazio piccolissimo. Ora vi chiedo cortesemente se è utile mettere la ceramica integrale nelle arcate inferiori e soprattutto sui molari! mi hanno detto che forse per questi è meglio la resina fresata perchè più duttile. In passato avevo messo un ponte in ceramica e oro ma ho dovuto rimuoverlo perchè avevo grossi disturbi, non solo perchè non riuscivo a masticare ma anche di altro tipo, avendo tolto il ponte e rimesso la resina come provvisorio sono stata subito meglio. Cosa potete consigliarmi?ceramica integrale o resina fresata sui 4 elementi o solo sui molari? Grazie infinite a coloro che vorranno darmi un consiglio. Anna Maria
[#10] dopo  
Dr. Armando Ponzi
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
Gentile paziente,
probabile che con ceramica integrale lei intenda una struttura in zirconia con sopra ceramica.
Infatti la sola ceramica integrale non è adatta per ponti.
Le metallo ceramiche (meno estetiche) appaiono una ottima soluzione nel suo caso poiché sono in zona non estetica , sopportano bene il carico masticatorio e sono più stabili nel tempo.
Eviti qualunque cosa che ha a che fare con la resina: non è una buona soluzione in lavori definitivi e va usata esclusivamente come materiale temporaneo.
Se la ceramica chiude male (occlusione) avrà un senso di disagio o dolore, ma non è questione di materiali piuttosto di precisione.
Cordiali saluti
[#11] dopo  
Utente 327XXX

Iscritto dal 2013
Grazie Dr. Ponzi ,
ma i miei malesseri: nausea, insonnia, mal di schiena, ecc.... si riferiscono forse all'occlusione o forse all'intolleranza alla zirconia. Il mio dentista mi ha assicurato che le ceramiza integrale è inerte e non contiene zirconia se non in piccolissime quantità! Con la resina, è già successo, tutti i sintomi negativi scompaiono, è per questo che, anche se non indicata, pur di sentirmi bene, vorrei avere parte del ponte in resina e sostituirlo quando si deteriora...cosa ne pensa?

Grazie AM
[#12] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Le ripeto: NON E' LA ZIRCONIA che le può dare problemi, ma il ponte "fatto male".

Per "sentirsi bene" deve rivolgersi ad buon dentista che sceglie la soluzione con il materiale migliore per lei e lo utilizza correttamente.
Il dentista sceglie il materiale, NON il paziente...
[#13] dopo  
Utente 327XXX

Iscritto dal 2013
Ha ragione Dr. Formentelli, ma io spero che il mio dentista utilizzi il materiale adatto alla mia situazione..... il ponte è in via di definizione in quanto composto da elementi singoli e, forse, solo quando lo avrà perfezionato potrò verificare se i sintomi sono dovuti ad un ponte fatto male! Io avevo solo chiesto di sapere se sui molari si può mettere un elemento in resina perchè più duttile, come da lei consigliato qualche tempo fa su questo sito. AM
[#14] dopo  
Dr. Marco Capozza
40% attività
4% attualità
16% socialità
TRICASE (LE)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2006
Gent. Paziente
La zirconia o ossido di zirconio può essere utilizzata come strutura da ricoprire con ceramica dentale (porcellana) oppure può essere utilizzato senza riversitento, ma con diversa procedura.
E' considerato uno dei materiali più biocompatibili, eventuali problemi, se i denti sono idonei, sono dovuti forse a carenza di preparazione dei monconi dentali o nella insufficiente progettazione e realizzazione della protesi.
La resina non è un materiale adatto a protesi definitive, ma viene utilizzata per protesi provvisorie a volte anche a lungo termine. Il termine provvisorio si riferisce anche a problemi di precisione della protesi in resina che non lo rendono adatto all'uso prolungato per il rischio di carie etc.
Potrebbe descrivere gentilmente quali disturbi attribuisce alla zirconia?

Cordiali saluti
[#15] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
"si può mettere un elemento in resina perchè più duttile, come da lei consigliato qualche tempo fa su questo sito."

Su impianti, NON su denti naturali..
SOLO su impianti.
Non ho MAI, ripeto MAI suggerito di mettere resina al posto della ceramica su denti naturali.
[#16] dopo  
Utente 327XXX

Iscritto dal 2013
OK Dr. Formentelli, ora che mi ha speificato SOLO SU IMPIANTI mi è più chiaro e la ringrazio molto.

[#17] dopo  
Utente 327XXX

Iscritto dal 2013
Dr. Capozza, mi sono iscritta a questo forum già nel 2013 perché volevo comprendere i sintomi terrbili che ho vissuto quando ho messo un ponte in zirconia tanto da doverlo rimuovere dopo solo 3 ore. Tutti asseriscono che il ponte in ziconia non dà problemi perchè è un materiale inerte e biocompatibile e che il mio problema è solo occlusale o altro......Io invece quel giorno accusavo un forte dolore allo sterno e al petto, una fortissima trazione alla cervicale, molto molto dolorosa, confusione mentale, forte debolezza, mal di stomaco e nausea. Insomma non stavo in piedi e quando il dentista mi ha tolto il manufatto, dopo 2/3 ore sono stata meglio....Dopo questo episodio mi sono documentata ed ho letto che la zirconia non viene usata nelle persone con problemi di tiroide e che può essere, in taluni casi e per alcune persone dannosa. Io preferisco non usarla per il terribile ricordo, poi se fa male o meno non stà a me valutarlo! So che in molti la usano e stanno benissimo, non posso che invidiarli! io purtroppo non posso dire lo stesso....La ringrazio per la sua disponibilità. AM
[#18] dopo  
Utente 327XXX

Iscritto dal 2013
Dr. Capozza, ho dimenticato di aggiungere che non è la prima protesi che metto sui miei denti. La prima in oro ceramica risale al 1990! poi al 2000 perché usurata e poi l'ultima su 3 incisivi superiori nel 2004/05 sempre in oro ceramica. Devo aggiungere che quando ho rimosso, circa un anno fà, tutto il metallo (oro/altro) che avevo in bocca, il mio stato di salute è migliorato notevolmente e quando il mio dentista ha provato a mettere nuovamente oro/ceramica o zirconia sono venuti fuori questi distrurbi strani! Voglio sperare che siano di carattere occlusale. Sono ancora in cura dal mio dentista che ritengo sia bravo. Ho solo qualche dubbio e vorrei solo capire se sto procedendo per la strada giusta!
Grazie ancora
[#19] dopo  
Dr. Marco Capozza
40% attività
4% attualità
16% socialità
TRICASE (LE)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2006
Gent. Sig.ra
il paziente deve scegliere la terapia che ritiene più opportuna ed ha diritto di essere informato sulle alternative; purtroppo a volte si sbaglia ma la libertà è irrinunciabile.
Se desidera continuare con le protesi in resina ci sono vari materiali rinforzati disponibili. Aumenta la resistenza ma non tanto la precisione.
Auguri per una soluzione soddisfacente
[#20] dopo  
Dr. Maurizio Macrì
36% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Gentile paziente, nonostante creda che i colleghi le abbiano risposto in modo esaustivo, sento la necessità professionale di dire la mia avendo, il sottoscritto, molto utilizzato la zirconia nella pratica clinica ed avendone approfondito gli aspetti scientifici e di ricerca collaborando con gli amici di Ingegneria strutturale e Chimica dei materiali dell'Università Federico II di Napoli.
Non voglio farle una lezione sulle qualità della zirconia, sulle sue indicazioni cliniche e le sue controindicazioni.
Le vorrei chiarire alcune cose sulle quali mi sembra lei faccia un po' di confusione.
Continuo ad utilizzare, là dove ritengo vi siano valide indicazioni, l' oro-porcellana.
L'oro-porcellana che , suo dire, non le ha mai dato fastidio, se non l'ultima volta, altro non è che una lega metallica ed è, nella sua definizione/composizione espressa in millesimi. La quantità di oro mediamente presente in tale lega varia dai 400/millesimi per grammo ai 570/millesimi; la parte rimanente ovvero dai 600/millesimi ai 330 millesimi è costituita da un insieme di vari metalli quali palladio, platino e così via. Ciò vuol dire che anche nel caso di leghe auree con un alto titolo di oro, l'odontoiatra va ad inserire nel cavo orale diversi metalli, ciascuno con proprie caratteristiche fisico-chimiche.
La zirconia è un ossido dello zirconio. Lo zirconio è un metallo che nella Tavola Periodica di Mendeleev si trova al di sotto del Titanio e non a caso. La zirconia utilizzata in odontoiatria è tenacizzata con Ittrio o Magnesio e nella maggior parte delle volte ma la gran parte della zirconia è praticamente costituita da un ossido di zirconio. Tale ossido ha proprietà cristalline assimilabili ad una ceramica integrale che da un punto di vista fisico-chimico è certamente più "neutrale" o "timida" di qualsiasi lega aurea o non aurea, è altamente bio-compatibile per i tessuti e l'organismo. Esistono protesi in ortopedia in titanio, in ceramica, in zirconia , ma non certamente oggi si utilizzano in lega aurea con metalli vari del tipo oro-porcellana e ciò proprio perché l'organismo meglio tollera le caratteristiche fisico-chimiche del titanio e delle ceramiche.
Da un punto di vista clinico se una protesi è imprecisa al margine, invade i tessuti gengivali, è sovracontornata o sottocontarnata rispetto al margine di preparazione del moncone del dente, se è anatomicamente non dimensionata , se è non correttamente articolata, molti dei fastidi che lei riferisce non devono essere ricondotti all'utilizzo della zirconia piuttosto che all'oro-porcellana ma ad una pessima odontoiatria.
I colleghi mi scuseranno per la tediosità ahimè necessaria.
Cordiali saluti
[#21] dopo  
Utente 327XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio Dr. Macrì per la precisa esposizione, ma come paziente ho serie difficoltà a comprendere se il mio medico sta operando bene! Lo conosco da più di dieci anni ed è stato relatore in moltissimi convegni (America, Asia, ecc) nonchè insegnante, oltre ad anni di esperienza ed utilizzo di apparecchiature di ultima generazione, insomma non è alle prime armi e voglio ben sperare che sappia fare il suo lavoro.
Un medico odontoiatra, che ho consultato qualche tempo fa, mi ha detto che la zirconia non si usa quando si hanno problemi di tiroide (la mia non funziona bene) le risulta? Da quando ho sostituito due provvisori in resina fresata con due capsule in ceramica integrale, la mia vita è cambiata. Vorrei tornare in dietro e sentirmi di nuovo bene come prima. Comprenderà che come paziente non posso valutare se il lavoro viene eseguito a regola d'arte e quindi se i sintomi sono dovuti all'occlusione, è per questo che mi sono iscritta al forum puttosto che cambiare dentista senza sapere quale scegliere! Tra l'altro tutto questo ha un costo impressionante....credo non mi resta che cercare di comprendere strada facendo cosa mi stà accadendo!
Grazie infinite. Anna Maria
[#22] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
"Un medico odontoiatra, che ho consultato qualche tempo fa, mi ha detto che la zirconia non si usa quando si hanno problemi di tiroide. Le risulta?"

No.
E' il materiale più biocompatibile che esista sulla faccia della terra.
L'odontoiatra in questione è male informato.