Utente 331XXX
salve,

da qualche mese ormai, probabilmente anche a causa di un forte periodo di stress causato da disagi psichici, ho un azzeramento totale della libido( non ho alcun tipo di desiderio e se vedo immagini a sfondo sessuale quest'ultime non mi fanno alcun effetto) e un diradamento di peli nel corpo.( specifico che fino ad un anno fa, prima dia avere questi sintomi psichici, avevo il problema opposto: era difficile per me controllare le pulsioni sessuali molto forti con una libido pazzesca)
nelle gambe, nel petto, e nelle sopracciglia ho molti meno peli ( infatti molti pori ci sono ma senza che il pelo cresca in quest ultimi) e anche la barba accusa questo problema.
i pochi peli che ci sono sono deboli e non più forti come un anno fa.
nelle braccia ho addirittura zone di alopecia.
non vedendo chiara la situazione mi sono fatto prescrivere dosaggi ormonali(TSH,ACTH,CORT,DHEA,TEST TOTALE,PTH,ALDO) da cui si è rilevato come unico dato fuori range il E2 17 Beta estradiolo.
il valore rilevato è di 54 pg/ml mentre per l'uomo dovrebbe essere minore di 40.
due anni fa il livello era a 42.( e in quel periodo non accusavo sintomi di alcun genere).
quattro anni fa fui operato di varicocele e durante un controllo (dopo l'operazione) da un urologo durante l'ecografia egli riscontrò un area nel testicolo operato disomogenea rispetto alla restante parte del testicolo(nella fotografia dell'eco questa area è più scura).
mi ha quindi congedato dicendomi che poteva essere una banale infiammazione o anche un inizio di tumore al testicolo e che l'unico modo per verificarlo era fare un biopsia testicolare.
ovviamente io per una presunta e dubbia diagnosi non mi sono fatto "aprire" lo scroto e quindi non ho fatto la biopsia ma ho fatto controllare i marker tumorali che risultarono nella norma.
il testicolo operato risulta ormai da qualche anno più "duro" al tatto rispetto all'altro.
ho letto che alcuni tumori del testicolo producono estrogeni nell'uomo.
i dati delle analisi del sangue(quelle dei dosaggi ormonali fatte poco tempo fa) li ho fatti visionare al mio medico di base, il quale mi ha detto che il valore degli estrogeni non è assolutamente preoccupante ma che può essere uno scostamento provvisorio e che non c'entra con i sintomi che ho( dati secondo lui solo dallo stress).
su diversi siti ho trovato inoltre che il valore massimo di testosterone per un uomo è 60pg/ml.
io vorrei chiedervi:
-questo valore di estrogeni è davvero una cosa non rilevante?
-questo "innalzamento" di estrogeni è riconducibile ai miei sintomi visto la mia età?( diradamento in tutto il crpo e totale assenza di libido)o è solo ascrivibile a stress?
- potrebbe esserci, visto la presunta ipotesi dell'urologo sopracitato, un inizio di tumore al testicolo estrogeno secernente?
- il fatto che il testicolo operato risulti più duro al tatto rispetto all'altro non è sintomo di tumore del testicolo?
-il valore trovato può causare sintomi psichici?
attendo vostre risposte con ansia.

cordialità

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

è necessario che approfondisca il tutto con solerzia ripetendo innanzi tutto un ecocolordoppler scrotale seguita da rivalutazione urologica. In tali situazioni la diafnosid deve essere certa e non presunta.
[#2] dopo  


dal 2013
salve,

la ringrazio per la celere risposta.
cosa intende con queste "situazioni"?
pensa che possa esserci la possibilità vera di una neoplasia testicolare?
riguardo alle domande che ho posto....non è possibile avanzare nessuna ipotesi e/o risposta ad alcuna di esse?

cordialità
[#3] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Via web non è possibile confermare o escludere nulla certo è che mi sembra che stia gestendo il tutto con superficialità. Se lo specialista vi ha consigliato di eseguire una biopsia testicolare è chiaro che qualche dubbio di neoformazione c'è; se lei ha deciso di non eseguirla per lo meno dovrebbe eseguire dei monitoraggi della alterazione testicolare a breve distanza e non aspettare tanto tempo semplòicemente monitorizzando degli esami del sangue.
[#4] dopo  


dal 2013
Salve,

i monitoraggi della alterazione testicolare si possono eseguire anche solo attraverso una visita andrologica?
lo specialista ha ipotizzato tale diagnosi che secondo però altri medici ( per esempio il medico di base) è un ipotesi alquanto improbabile.( infatti questa area è rimasta inalterata per tre anni).
immagino quindi che alle mie domande non si possa quindi avanzare risposte?

Cordialità
[#5] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Si faccia rivisitare dallo specialista e poi se ne riparla.