Utente 277XXX
Buongiorno,
vorrei esporvi il mio caso.
E' da qualche mese che quasi ogni giorno mi succede la stessa cosa: di mattina devo andare di frequente in bagno, urinando abbastanza abbondante ogni volta, e a volte anche nel pomeriggio, anche se con minore frequenza che per la mattina. Premetto che in genere bevo abbastanza spesso, ma bere o meno non influisce sull'urinazione. Di sera invece in genere ho molta sete, bevo tanto ma non urino quasi niente. Spesso, ma non sempre, queste urinazioni sono accompagnate da bruciore.
Premetto che ho un lavoro a Torino che non amo particolarmente (io sono di Cuneo), soffro di ansia e sono in cura con Olanzapina e fino a poco tempo fa Fluoxetina, ora sostituita con Citalopram. Inoltre prendo la pillola anticoncezionale.
Sono un po' preoccupata e purtroppo non posso permettermi giorni di permesso per andare a consultare il mio dottore. Cosa può essere? E' davvero solo causa di ansia da lavoro? Perché questo mi succede anche in giorni non lavorativi.
Spero sia la sezione giusta in cui postare la mia domanda.
Grazie per l'aiuto.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile Signorina,
questa è evidentemente la giusta punizione per chi non ama la nostra bellissima città!
A parte gli scherzi ... per oggettivare la situazione le chiederemmo di compilare un "diario delle minzioni", ovvero per 3-4 giorni consecutivi, con eventualmente compreso un giorno in cui non lavora, annotare con attenzione orario e quantità di urina enessa (si procuri un misurino), oltre ad annotare all'incirca la quantità di liquidi introdotta. Questa e la base per poter discutere con appropriatezza di queste situazioni, senza troppo vagare nell'incertezza. Inoltre sarebbe opportuno comunque eseguire un semplice esame delle urine con urocoltura. Tutto questo dovrà essere mostrato al nostro Collega specialsita in urologia dal quale senz'altro le consigliamo di farsi seguire direttamente. I disturbi sono comunque iniziati con l'assunzione degli psicofarmaci?

Saluti
[#2] dopo  
Utente 277XXX

Iscritto dal 2012
Innanzitutto grazie per la celere risposta.
Appena ne avrò la possibilità seguirò il suo consiglio del misurino, anche se qua al lavoro sarà un po' difficile.
Comunque quando mi sono resa conto di questo disturbo stavo già assumendo gli psicofarmaci, ma non sono certa che il disturbo sia cominciato con la loro assunzione.
[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gentile Signora,
in effetti quasi tutti gli psicofarmaci possono interferire con la funzione vescicale, in modo molto variabile ed imprevedibile da caso a caso. D'ogni modo solo in base ad una accurato diario delle minzioni si riuscirà a ragionare su dati precisi e non solo presuntivi.

Saluti