Utente 210XXX
Buon giorno,
mi è stata diagnosticata una intolleranza al glutine solo sulla base dei disturbi da me lamentati (stanchezza, irritabilità, reflusso gastrico, gonfiore generale, colon irritabile).
Ora sono circa due mesi che ho eliminato il glutine dalla mia dieta ed effettivamente sto molto meglio,sono riuscita anche a perdere 4 kg, ma vorrei essere certa di avere questa intolleranza. La domanda è la seguente : prima di fare la ricerca dell'antigliadina e antiransglutaminasi nel sangue è opportuno che riprenda a mangiare normalmente per un certo periodo? Se si per quanto?
Grazie in anticipo per la risposta e buona giornata

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Sulla base di soli elementi anamnestici una problematica correlata al glutine può essere solo sospettata.
Ritornare a una dieta libera sarà necessario non solo per la sierologia, ma anche e soprattutto per un eventuale approfondimento endoscopico e istologico.
Saluti,