Utente 171XXX
Buonasera volevo togliermi questo dubbio
Mia moglie è alla 17° settimana
Due mesi fa ha effettuato gli esami ab anti citomegalovirus IgM e IgG
I risultati sono stati:
assenti per IgM
IgG 6.5 AU/ml con valore di riferimento < 15
Dopo due mesi sono stati rifatti e sono risultati alterati gli IgG 67,4 U/ml con valore di riferimento <1,0 assenti
Mentre gli IgM 0,25 COI con valori di riferimento >1,00 presenti.
La mia preoccupazione è dovuta al fatto che nelle prime analisi sono negative le seconde positive e ho paura che in questi due mesi di intervallo tra le due analisi mia moglie abbia contratto il virus.
Se non è così per quale motivo c’e questa positività a distanza di due mesi?
aggiungo che le due analisi sono state fatte in due laboratori diversi.
spero che non sia motivo di preoccupazione
grazie attendo vostra gentile risposta
[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Premessa fondamentale prima di arrivare alla positivizzazione delle IgG c'è sempre un passaggio intermedio e cioè la positivizzazione delle IgM .
Secondo il mio modesto parere , quasi sicuramente c'è stato un errore , non si può passare da una situazione di NON immunità (IgG negative e IgM negative) ad uno stato di IMMUNITA' (IgG positive e IgM negative) senza un passaggio intermedio.
SALUTONI
[#2] dopo  
Utente 171XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio delle sua risposta e' stato molto gentile.
Quindi non c'e la possibilita che mia moglie abbia contratto il virus nell'arco di questi due mesi tra un esame e' l'altro ?
E se le igm si sono abbassare dopo la fase attiva e si stanno invece innalzando le igg ?
Cosa mi consiglia di fare ? Rifarle nello stesso laboratorio del primo esame ?
Attendo una sua gentile risposta
grazie ancora.
[#3] dopo  
Utente 171XXX

Iscritto dal 2010
Dottore mi scusi se insisto su questo argomento ma a casa e il panico generale.
stamini abbiamo provveduto a rifare le analisi e stiamo aspettando i risultati in serata.
volevo chiedere oltre ai dubbio del post precedente, se ci puo' essere la possibilita di essere venuto a contattp con questo virus senza sviluppare la malattia ma comunque sviluppare gli anticorpi igg.
se questa possibilita c'e che rischi ci sono per il feto ???
Resto in attesa di un sua gentile risposta questo sito e' stato per me di gramde aiuto avendoavuto personalmente dei problemi di salute.
Grazie e buonagiornata.
[#4] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
I rischi si verificano in caso di infezione sicuramente avvenuta nel primo trimestre.
[#5] dopo  
Utente 171XXX

Iscritto dal 2010
Salve grazie per la risposta.
abbiamo provveduto a ripetere solo gli igg nel laboratorio dove abbiamo fatto le prime analisi e il ' risultato e' stato negativo.
5.6 AU/ml valori di riferimento <15.
Cosa ne pensa ? Un errore ? E' il caso di approfondire facendo altri esami ?
Attendo una sua gentile risposta grazie mille

[#6] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Penso ad un errore, comunque la certezza si può avere con il test per la ricerca dell'avidità anticorpale che stabilisce quanto sono maturi gli anticorpi (IgG) anti CMV e cioè quanto sono "vecchi" .Tanto più sono maturi tanto più tenacemente (avidamente) si legano alCMV.
Quindi se si riscontrano anticorpi ad alta avidità , può sospendere tutte le indagini perchè non si tratta di infezione primaria .
Saluti
[#7] dopo  
Utente 171XXX

Iscritto dal 2010
Salve dottore
Grazie mille per i suoi consigli.
Parlando con il ginecologo ha ripetuto le sue stesse cose che e' sicuramente un errore.
I due laboratori usano tecniche diverse e bisogna capire se mia moglie e immune oppure no.
Ci ha spiegato che anche se il risultato delle igg che e' vento fuori cioe' 67,4 fosse veritiero non fa pensare a una recente infezione,entro i 4 mesi, ma a un tempo molto superiore.
Per tagliare la testa al toro e vedendo la mia preoccupazione ha voluto far ripetere le analisi delle igg e igm in un'altro laboratorio specializzato, con eventuale test dell' avidità in caso in cui il risultato fosse risultato positivo.
Il risultato e stato negativo per entrambi i valori.
Resto in attesa di un suo commento o consiglio
grazie e buona giornata.
[#8] dopo  
Utente 171XXX

Iscritto dal 2010
Chiedo scusa ho omesso di specificare i risultati
igg 109.7 AU/ml valori di riferimento assenti
igm assenti AU/ml Assenti <1,1 s/co)
Anche se il risultato riporta la presenza di iGg per il responsabile risulta un valore accettabile e non ha ritenuto opportuno fare il test dell' avidita'.
il fatto e questo:

Nel laboratorio ''x'' di febbraio risulta:
citomegalovirus IgM e IgG
I risultati sono stati:
assenti per IgM
IgG 6.5 AU/ml con valore di riferimento < 15

Dopo due mesi nel laboratorio ''y'' risulta
gli IgG 67,4 U/ml con valore di riferimento <1,0 assenti
Mentre gli IgM 0,25 COI con valori di riferimento >1,00 presenti.

Ritorno dopo 3 giorni nel laboratorio ''x'' il primo e risulta
5.6 AU/ml valori di riferimento <15.
iGm assenti.

Dopo alcuni giorni vado in un'altro laboratorio diverso da ''x'' e ''y'' e risulta
igg 109.7 AU/ml valori di riferimento assenti
igm assenti AU/ml Assenti <1,1 s/co)
io qui intuisco che per due laboratori mia moglie e' immune mentre per uno risulta non immune.
Come è possibile ? dipende da tecniche di laboratorio diverse?

[#9] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Sì dipende dai vari laboratori e dai diversi kit usati.
[#10] dopo  
Utente 171XXX

Iscritto dal 2010
Salve dottore grazie ancora della sua gentile risposta
Abbiamo fatto visionare le analisi dal dott. Ginecologo
Vedendo le analisi ha commentato che anche se in tre laboratori mia moglie risulta immune per due e non immune per uno dipende dalle tecniche che usano e bisognerebbe chiedere al laboratorio delucidazioni.
Ma per lui puo terminare qui la ricerca in quanto non sono state evidenziate le igm in nessun laboratorio.
Probabilmente la mia reazione non gli e piaciuta e nel fare troppe domande mi ha risposto che se non mi convince la sua spiegazione posso tranquillamente chiedere una consulenza da un infettivologo.
Gli ho chiesto se era il caso di fare ulteriori analisi prima di prendere questa strada e lui mi ha risposto di no, senza accennare al test di avidita' come ci disse la volta scorsa.
A questo punto vorrei un consiglio
E giusto fare il test di avidita' ?
Si puo risalire con questo test se mia moglie ha (ipotesi) contratto il virus prima di gennaio o meglio da gennaio in poi ? Il test serve per definire solo se e' stato contratto fino a tre mesi prima e non va oltre ?
Spero in una sua gentile risposta e consiglio grazie mille
[#11] dopo  
Utente 171XXX

Iscritto dal 2010
Salve dottore
L'aggiorno sulla situazione
Siamo arrivati a capire (dopo un’accurata spiegazione del dottore responsabile del laboratorio che il primo laboratorio dove abbiamo effettuato i primi esami, cioè inizio di febbraio, hanno commesso un errore ed erano giusto quelli fatti successivamente ad aprile e che mia moglie è immune al citomegalovirus.

Abbiamo comunque provveduto a fare il test di avidità con un risultato di 86,57 % con valori di riferimento >40% alta / tra i 30% e 40 % dubbia / <30% bassa. (metodo usato:EIA)

Questi sono invece i risultati degli esami fatti a metà a aprile in due laboratori diversi dove si evince l’immunità al citomegalovirus
.
gli IgG 67,4 U/ml con valore di riferimento <1,0 assenti
Mentre gli IgM 0,25 COI con valori di riferimento >1,00 presenti.

igG 109.7 AU/ml valori di riferimento assenti
igM assenti AU/ml Assenti <1,1 s/co)
.
Anche se gli igM non sono stati mai riscontrati mi viene da pensare a una cosa
Mia moglie ha effettuato tutte le analisi compreso il citomegalovirus appena ha saputo di essere incita (primi di gennaio concepimento e primi di febbraio esami ) adesso pero siccome il laboratorio ha sbagliato ci ritroviamo che l’esame e stato fatto in ritardo cioè alla 18 settimana e il test di avidita’ alla 19 settimana.
Come faccio a essere sicuro che non sia successo niente a inizio gravidanza tipo a cavallo tra dicembre e gennaio ?
Ho letto che e’ molto importante fare questo esame ( come altri esami a inizio gravidanza addirittura anche prima di concepire un bambino.
il ginecologo (che possiede un ecografo di secondo livello) dice che e tutto ok e il bambino sta bene
Spero che questo sia solo un mio dubbio e non una problematica che mi faccia stare in pensiero
attendo una sua gentile risposta
Grazie in anticipo buona giornata
[#12] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Non deve subentrare il PANICO !
Godetevi la gravidanza