Utente 406XXX
Salve,
ho 28 anni e dal 18 gennaio sono in cura con Aisoskin a causa della ricomparsa di acne nodulo-cistica. I miei livelli di colesterolo erano già piuttosto alti (230), ma il dermatologo ha comunque deciso di prescrivermi la cura con un dosaggio di 30 mg al giorno. Nei due successivi controlli il colesterolo si è ulteriormente innalzato, creando in me una certa preoccupazione. Sotto consiglio dello specialista prendo l'integratore Topialyse per tenerlo sotto controllo, ma attualmente è arrivato a 271. In contemporanea assumo il contraccettivo Arianna (nonostante sia al momento single e sessualmente non attiva), sempre su consiglio del medico e visti i rischi che comporta Aisoskin.
I risultati sulla pelle sono ottimi, ma da circa un mese avverto ansia, alterazioni dell'umore e senso di affaticamento. Negli ultimi giorni anche tachicardia. Il 2 marzo ho effettuato una visita cardiologica con ECG che non ha rilevato alcun problema. Sia il medico di base che il dermatologo mi rassicurano al riguardo (quest'ultimo ha deciso di abbassare il dosaggio a 20 mg), e spesso mi sento insistente e ripetitiva nell'iterazione dei miei dubbi, però mi chiedo se la tachicardia non sia il segnale di qualcosa che non va a livello cardiovascolare. Riconosco di essere una persona ansiosa (se non ipocondriaca), ma ho ragione di preoccuparmi o di chiedere al dermatologo di sospendere la cura? Sono molto confusa e preoccupata per la mia salute.
Grazie in anticipo.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
Correttamente il dermatologo sta monitorando i valori di colesterolo e trigliceridi nel sangue, insieme ad altri che da linee guida vanno controllati. Correttamente ha prescritto la pillola estroprogestinica che nel suo caso è obbligatoria. Correttamente ha inoltre consigliato valutazione cardiologica. Tenga presente che una attività a livello ansioso-depressivo il farmaco , in taluni casi , può averla, come riportato.
Deve seguire senza timori i dettami del suo curante, che la farà eventualmente sospendere la cura solo se ne ravvisera 'una reale necessità, che con tutta evidenza ancora non si é manifestata, salvo che per l'aspetto psicologico.
Cordialità