Utente 409XXX
Buonasera, ho bisogno di un vostro parere riguardo un premolare (parte superiore sinistra) in necrosi alla cui radice è apparsa una pallina di pus di circa 4 mm di diametro.
Sono stato dalla mia dentista che, dopo aver fatto una radiografia ed esaminato il dente, ha detto che ciò è accaduto per una carie formatasi tra il premolare in questione e il molare (non ha fatto nessun riferimento ad ascessi). Mi ha anche detto che il dente è in necrosi. Lei mi ha consigliato di incapsularlo ma, a fronte di una spesa eccessiva, vorrei sapere quanto effettivamente convenga farlo piuttosto che estrarlo definitivamente.
Vi ringrazio anticipatamente per la vostra risposta.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr.ssa Dora Amoroso
20% attività
4% attualità
0% socialità
SAN SEVERO (FG)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2015
Gentile utente,

La dentista le ha parlato di devitalizzazione oltre che di 'incapsulamento'? Un dente in necrosi va necessariamente sottoposto a una cura endodontica.
Se possibile recuperare un elemento dentario, a mio parere ne vale sempre la pena, ovviamente devono esserci le condizioni per poter avere le maggiori probabilità possibili di riuscita e successo nel tempo.
[#2] dopo  
Utente 409XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio per la Sua risposta che è stata molto esauriente e, insieme ad altri consigli che ho ricevuto, mi hanno aiutato a prendere una decisione.

La dentista ha parlato di devitalizzazione e poi di incapsulamento.

Ho deciso quindi per l'intervento anche se la cifra è elevata.
[#3] dopo  
Dr.ssa Dora Amoroso
20% attività
4% attualità
0% socialità
SAN SEVERO (FG)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2015
Concordo con la sua decisione, seppure a distanza, in quanto, quando le condizioni cliniche lo consentono, è' sempre consigliabile tentare di recuperare un elemento dentale curandolo quando possibile.

Saluti