Utente 126XXX
Buongiorno, da circa un anno nel sedimento urinario si segnalano globuli rossi alti (valori variabili media 40) diagnosticati come microematuria. In un occasione sono state rilevati anche globuli bianchi e cellule epiteliali sopra il valore stabilito per questi esami.
Ho fatto una volta urinocultura ma era negativa, poi ho fatto un ecografia addome e non è stato segnalato nulla, l'urologo mi ha fatto fare la citologia urinaria due campioni ma non ha segnalato tumori (anche se mi hanno spiegato che non è detto che da questo esame ci sia attendibilità, ci sarebbe da fare per sicurezza l'esame cistoscopico in vescica, che però al momento non mi è stato prescritto in attesa di evoluzioni). La visita ginecologica non ha segnalato particolarità, pertanto mi viene consigliata una visita nefrologica.Considerati gli esami già fatti che cosa potrebbe indagare di più in merito una visita nefrologica e che cosa potrebbe causare microematuria a livello di reni?
Grazie e cordiali saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giulio Malmusi
24% attività
12% attualità
12% socialità
SPILAMBERTO (MO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2011
La microematuria è un sintomo, uguale per tante patologie diverse. Malattie delle vie urinarie (queste le ha cercate l'urologo) e dei reni (sulle quali indagherà il nefrologo). A volte si cerca, si cerca... poi non si trova nulla, e si conclude per "microematuria benigna"; di cui esistono anche forme familiari: ha fratelli o sorelle o genitori cui può chiedere in visione degli esami di urine che in qualche occasione possono aver fatto ? In questo caso, andando dal nefrologo porti con sè tutti i referti, suoi e dei familiari; e provi qualche volta la pressione arteriosa, per essere sicura che sia normale.
Il parere di un nefrologo in carne ed ossa è sempre più attendibile di un consiglio dato da lontano; per tranquillizzarla nell'attesa della visita, posso dirle che raramente la microematuria "isolata" (senza contemporanea albuminuria) è espressione di problemi renali importanti.
[#2] dopo  
Utente 126XXX

Iscritto dal 2009
Grazie della risposta. La cosa strana è che questa microematuria è comparsa in concomitanza con un altro problema che ho avuto l'anno scorso di cui non si sa ancora bene la causa, forse un ascesso anale o infezione a cisti nel gluteo destro o altro simile, avevo preso oltre un mese di antibiotici per asciugare il tutto al posto di incidere per la fuoriuscita di pus. Potrebbe centrare qualcosa, dato che la causa della flogosi di fatto non è più stata trovata? grazie e cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Giulio Malmusi
24% attività
12% attualità
12% socialità
SPILAMBERTO (MO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2011
A volte si dà la colpa a infezioni croniche come causa di anomalie urinarie... ma ora nel suo caso l'infezione è scomparsa... Quando andrà dal nefrologo "in carne e ossa" dica anche questa coincidenza, ma dubito molto che sia significativa.
[#4] dopo  
Utente 126XXX

Iscritto dal 2009
Salve, credo la microematuria possa avere altre cause, dato che da due anni soffro di forti dolori mestruali e vomito ho il sospetto ora di poter avere endometriosi. Che forse potrebbe anche essere causa dell'ascesso indicato sopra. Almeno le coincidenze di tutte queste cose nello stesso periodo mi dirigono verso questa sensazione. Serve prima andare per esclusione con visita nefrologica? Grazie
[#5] dopo  
Dr. Giulio Malmusi
24% attività
12% attualità
12% socialità
SPILAMBERTO (MO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2011
Io non sarei così preoccupata per il fatto di dovere andare a una visita dal nefrologo: il nefrologo è un internista, che è abituato a ragionare sulle possibili cause dei segni urinari... lei può aiutarlo fornendogli tutti questi elementi su cui ha già riflettuto.
Quanto a una endometriosi, certo può confondere le carte, ma di regola i globuli rossi vengono perduti dal tessuto endometriosico solo nei giorni del ciclo, quindi può ripetere un semplice esame dell'urina quando è sicuramente fuori dal periodo mestruale.
Attenda la visita senza ansia e vada con fiducia.