Utente 209XXX

Buongiorno dottore/dottoressa,
Le scrivo in merito a un tampone vaginale effettuato a causa di continue ed abbastanza abbondanti perdite vaginali maleodoranti presenti da qualche mese, non presento altri sintomi.
Il tampone recita quanto segue:
Leucociti ++
Emazie -
Cellule epiteliali ++
Flora lattobacillare -
Cocchi GRAM+ : +
Bacilli GRAM- : +
Spore +
Ife -
Gardnerella vaginalis +
Trichomonas vaginalis -
ESAME COLTURALE TAMPONE VAGINALE POSITIVO
Flora lattobacillare assente, dismicrobismo vaginale.
Carica batterica: notevolmente sviluppata
Identificazione: Gardnerella vaginalis
Identificazione: Saccharomyces cervisiae

Vorrei chiedere come si valuta questa situazione: sono malattie diffuse e semplici da curare? Ci possono essere conseguenze? Con quali principi attivi?
Il mio partner non presenta sintomi, dovrà sottoporsi ugualmente alla cura?
Sono un poco preoccupata.

Grazie per la disponibilità!

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
La presenza della G. Vaginalis porta ad una diagnosi di VAGINOSI BATTERICA .
I farmaci adottati in questi casi sono il Metronidazolo , o in seconda battuta la clindamicina.
Il partner si tratta soltanto se sintomatico.
E' scontato evitare i rapporti sessuali durante la terapia endovaginale. E' importante in questi casi riportare l'ambiente vaginale ad un pH fisiologico (3,5-4) tendenzialmente acido.
SALUTI