Utente 110XXX
Sono una dottoranda di 28 anni. Due giorni fa in seguito a forti dolori mestruali (ho avuto una laparoscopia tre sett per rimuovere una endometriosi)ho preso 2 pastiglie di Nurofen Plus (Ibuprofene+ Codeina fosfato 12.8 mg). Di solito prendo il Paracetamolo ma ho chiesto al farmacista qualcosa di forte e lui mi ha garantito l'efficacia del farmaco.Vivo in Irlanda e per la Codeina non serve prescrizione medica. Mi ha detto fino a 6 pastiglie al giorno per max 3 giorni. Ne ho assunte solo 2. Direi ottimo per i dolori ma mi ha dato forte sonnolenza, giramenti di testa, mancanza di lucidita mentale. Ieri dovendo lavorare non ho preso nessuna pastiglia fino alle 16.00, ne ho presa una sola per evitare di stare come il giorno precedente. Dopo circa due ore gli effetti indesiderati del giorno precedente erano raddoppiati (non riuscivo neanche a tenere gli occhi aperti e sragionavo). Ho pensato che magari sono un soggetto sensibile alla codeina o all'ibuprofene, mi sono ricordata che 10 anni fa mi hanno diagnosticato il morbo di Gilbert (non mi ha mai dato problemi aparte valori alti di Bilirubina), cosi ho fatto una veloce ricerca bibliografica. Ho delle buone basi di tossico e farmacologia, e mi sono resa conto che purtroppo, a parte per un paio di studi sulla tossicita del irinotecan nei soggetti GS, non si sa molto sul metabolismo dei farmaci in questi soggetti. Alcuni riportano anche tossicita al paracetamolo, e' vero? Quando assumo paracetamolo per piu giorni mi viene regolarmente la dissenteria ma pensavo fosse a causa della mia flora intestinale che ne soffriva. Ho gia provato il Nurofen (solo ibuprofene) e non mi ha dato problemi. Pensate possa essere l'effetto additivo codeina+ibuprof? Con il morobo di Gilbert devo stare attenta a quali farmaci assumo? Sinceramente non mi ero mai posta il problema.
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
L'endocrinologo ha valutato che la sua richiesta non fosse di pertinenza orminale e l'ha passata in area allergologica. E' una reazione avversa ai farmaci, ma dubito che sia allergica (mediata da IgE o linfociti) e la invito a riproporre il quesito in area farmacologica o di medicina generale.

Cosi' per discorrere:

Il paracetamolo in generale e' un antalgico mediocre (per fare effetto occorrono alte dosi), e non e' raccomandato per i dolori. Che io sappia non dovrebbe avere alcun effetto sulla flora commensale. Brufen e Naproxene come antidolorifici sono piu' efficaci. L'effetto di ottundimento che lei riferisce lo ascriverei alla codeina, che e' un oppiaceo.

Se e quanto il difetto di glicuronazione tipico del Gilbert possa aggravare i sintomi, dipende dal metabolismo di ogni singola molecola. Qua

Br J Clin Pharmacol. 2003 Aug;56(2):228-31

dice che il Gilbert non altera la clearance della morfina. Se estrapoliamo il concetto alla codeina, direi che l'accumulo dipende da sua sensibilita' recettoriale, tipica del soggetto mai esposto e quindi non assuefatto.

Ma come ripeto, senta gente farmacologicamente piu' pratica di me.


[#2] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
Dopo aver letto ulteriori articoli ho chiesto l'opinione di una tossicologa dell'Università di Ginevra, che effettivamente ha scritto degli articoli interessanti sul polimorfismo del citocromo P450 (CYP) 2D6 legato al metabolismo della codeina e al polimorfismo del CYP2C9.
La tossicologa mi ha risposto che studiera il caso e mi rispondera appena possibile.
Anche se non ci fosse relazione tra morbo di gilbert e codeina, e quindi la mia reazione al farmaco dipendesse dalla mia sensibilità recettoriale, il dosaggio di 12.8 mg di codeina presa 6 volte al giorno per 3 giorni (come indicato sulla scatola) dovrebbe "proteggermi" considerando che è un farmaco venduto senza prescrizione medica. Quello che intendo dire è che dovremmo considerare diversi scenari di esposizione e anche la sfera sensibile della popolazione dovrebbe essere protetta.
La ringrazio per la sua risposta.
[#3] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Presto la profilatura delle varianti genetiche dei vari enzimi CYPXXX sara' routine e concorrera' a formare il "passaporto biologico" individuale (assieme al gruppo sanguigno e all' HLA) su cui personalizzare le terapie. Stay tuned.

La codeina e' un antitussigeno tradizionale, anche da noi ai tempi era presente negli sciroppi per la tosse da banco. L'hanno tolta dal mercato negli anni 70 quando da noi e' arrivata l'eroina come droga di massa.